Desert Island 5: Ric Leichtung

Abbiamo chiesto a Ric Leichtung, partner di Mailchimp e fondatore di AdHoc, a cosa non potrebbe rinunciare nel suo lavoro.

Ric Leichtung è il fondatore di AdHoc, un’agenzia di marketing e promozione di concerti con sede a Brooklyn. Fondata da un gruppo di appassionati musicofili nel 2012, AdHoc nasce come rivista musicale online in un misero magazzino sul “Waterfront” di Williamsburg dove si fa di tutto per supportare gli artisti emergenti e la community che vi ruota attorno. Le cose hanno iniziato a cambiare quando lo spazio ha cominciato a essere utilizzato per organizzare feste e produrre eventi: Grimes, Björk, A$AP Rocky, e Cardi B sono solo alcune delle star che Ric scrittura.

In breve tempo, le attività principali del gruppo sono diventate la produzione esperienziale, il marketing digitale e il project management.

Anche se la pandemia ha posto una quantità di nuove sfide, Ric non intende modificare la natura estemporanea della sua agenzia, che si evolve e cresce con il manifestarsi di nuovi bisogni e opportunità. Recentemente, ha lanciato un’associazione no profit chiamata NYC Nightlife United per il sostegno dei lavoratori e delle attività BIPOC e LGBTQIA+ del settore musicale durante l’emergenza pandemica.

Ecco cinque cose a cui Ric non potrebbe mai rinunciare:

1. Adhocism: The Case for Improvisation di Charles Jencks e Nathan Silver

Il metodo AdHoc (l’Adhocism del libro) ha a che fare con il problem-solving, è un approccio basato sull’ascolto del mondo circostante, sul brainstorming. Si captano gli elementi più interessanti e li si utilizza per creare qualcosa di nuovo. La nostra agenzia, il cui nome deriva dal titolo del libro, si ispira parecchio a questo approccio ed è il mio punto di riferimento primario quando mi trovo in un blocco creativo.

2. Blonde di Frank Ocean

Anche se questo album ha parecchi anni, è sempre cibo per la mia anima. Grazie a lui ho superato momenti davvero tosti, è qualcosa di rigenerante e curativo. Blonde è un grandioso coacervo di generi, idee e collaborazioni. È un disco incredibile, che suona ancora fresco e nuovo ma che è al tempo stesso intramontabile.

3. SD Sauce

Sono letteralmente ossessionato da questa salsa piccante tailandese made in New York. È una salsa, quindi ingredienti crudi sminuzzati, ed è la combinazione perfetta di lime, peperoncino e acciughe. In questo periodo ho cucinato più che mai. Mi aiuta a rilassarmi, anche se sono un disastro. Cucinare è un po’ una sfida per me perché, onestamente, non mi piace attenermi alle istruzioni.

4. Zapier, strumento di automazione per app

Zapier è una specie di Lego per sviluppatori di app. Essenzialmente serve a collegare tra loro le API di due piattaforme, ma per usarlo non serve conoscere alcun codice. Sono migliaia le app con API aperte che si possono utilizzare con Zapier. Zapier permette di creare cose davvero interessanti e rivoluzionarie, ed è particolarmente utile quando non conosci le dimensioni o il budget del software che intendi sviluppare.

5. Snickers, il mio gatto Siamese adottato

Ho costruito un’azienda sulla mia grande passione, perciò mi ritrovo a trascorrere intere ore a lavorare senza nemmeno accorgermene. Lui mi ricorda che c’è un mondo fuori dall’ufficio. Alla fine di una lunga giornata mi salta sulla scrivania, mi mette le zampe sulla tastiera e mi miagola dell’importanza di fermarmi, prendere una boccata d’aria e fargli le coccole. La spunta sempre e ne sono lieto.

Condividi questo articolo