Passa al contenuto principale

Salve! Le prove gratute sono disponibili per i piani Standard ed Essentials. Inizia gratuitamente oggi.

Come ottimizzare le immagini per il tuo sito web

Le immagini ottimizzate velocizzano il sito web e offrono ai visitatori un’esperienza migliore. Continua a leggere per scoprire come ottimizzare le immagini per il sito.

Immagina che un visitatore del sito web abbia appena visto la tua nuova promozione. L’annuncio è stato così efficace che ha deciso di dare un’occhiata all’offerta. A questo punto, però, non riesce a caricare la pagina del carrello e a terminare il suo acquisto. Cos’è successo?

Sono molte le cause che possono portare a problemi di caricamento delle pagine. Ad esempio, potresti non avere abbastanza spazio di archiviazione online per il tuo sito. Oppure, la cache della memoria potrebbe non essere sufficiente.

Ma, tra tutti gli errori che puoi commettere quando crei un sito web, uno dei più cruciali può essere la mancata ottimizzazione delle immagini per le pagine web. Se non ottimizzi le immagini per il web nella maniera corretta, il tuo sito web può diventare lento e, a sua volta, causare una riduzione nel traffico e la perdita di opportunità di vendita. Di seguito ti spieghiamo come ottimizzare le immagini per il web in modo da poter creare un sito web che ottenga i risultati desiderati.

  • Che cos’è l’ottimizzazione delle immagini?
  • Perché è importante ottimizzare le immagini per il web?
  • Come ottimizzare le immagini per il web
  • Strumenti per l’ottimizzazione delle immagini
  • Tipi di file per l’ottimizzazione delle immagini web
  • Conclusione

Che cos’è l’ottimizzazione delle immagini?

Circa il 70% degli utenti riferisce che la velocità di caricamento delle pagine web influisce sulla sua volontà di effettuare un acquisto online oppure no. Inoltre, circa il 45% di queste persone non acquista da un sito web se la pagina ci mette più tempo del previsto a caricarsi.

MailChimp Longform -15 graphic -1-01

Queste statistiche sottolineano l’importanza dell’ottimizzazione delle immagini per il web. Se non hai adottato misure per assicurarti che le tue pagine si carichino abbastanza velocemente, il fatto che anche solo un acquirente sia arrivato alla pagina di pagamento del carrello è una fortuna. Spesso, questo programma inizia quando l’utente arriva per la prima volta sulla home page del tuo sito. Puoi evitare questo problema con l’ottimizzazione delle immagini per il sito web.

Ottimizzare le immagini significa ridurre le dimensioni dei file di immagine. Tuttavia, significa anche non abbassare la qualità dell’immagine e della grafica durante il processo di "riduzione" (compressione).

Uno dei motivi per cui il sito web potrebbe essere lento a caricarsi sta in immagini che non sono state ottimizzate correttamente. Ciò significa che i file sono così grandi che appesantiscono il resto del sito e usano tutto lo spazio di archiviazione sul tuo sito web.

L’ottimizzazione delle immagini, invece, ridimensiona la risoluzione delle immagini sulla pagina. L’ottimizzazione delle immagini riduce anche le dimensioni dei file, in modo che il server del sito web abbia più spazio. Se liberi spazio di archiviazione sul tuo server, puoi ridurre i tempi di caricamento delle pagine sul tuo sito web, in modo che il tuo sito sia più facile e piacevole da navigare.

Perché è importante ottimizzare le immagini per il web?

Ottimizzare le immagini per le pagine web rende felici i tuoi utenti. Inoltre, mantiene i server di dominio in esecuzione nella maniera dovuta. Tieni presente che circa la metà dei tuoi utenti utilizza lo smartphone per cercare informazioni online e visitare i siti web e quindi l’ottimizzazione delle immagini può fare molto per ottimizzare il tuo sito web per la velocità delle pagine mobili e la SEO mobile. L’ottimizzazione delle immagini web può aiutare i visitatori a vedere i tuoi contenuti anche su una connessione Wi-Fi lenta.

In ultima analisi, ottimizzare le immagini per il web può essere utile per il tuo sito web in vari modi. Di seguito, abbiamo elencato alcuni modi aggiuntivi tramite cui l’ottimizzazione delle immagini per il web può migliorare il tuo sito web.

MailChimp Longform -15 graphic -2-01

Rendi più veloce il caricamento delle pagine

Uno dei motivi principali per ottimizzare le immagini è che il caricamento diventa più veloce. Le immagini non ottimizzate possono rallentare il tuo sito web al punto da renderne l’utilizzo difficile e frustrante.

Suggerimento: L’ottimizzazione delle immagini si incentra sulla riduzione delle dimensioni della risoluzione in modo che queste non occupino troppo spazio di archiviazione online. Inoltre, puoi anche comprimere le immagini ma preservare la stessa qualità dell’immagine originale o utilizzare immagini e grafici solo quando necessario.

Ottimizza l’esperienza utente

Quando si ottimizzano le immagini per il web, si ottimizza anche l’esperienza utente. In altre parole, si riduce la frustrazione dei clienti. Se non vuoi che i visitatori rimangano impalati davanti allo schermo a chiedersi quando lo spazio web bianco e vuoto mostrerà finalmente testo e grafica, è il momento di modificare la risoluzione di ogni immagine.

I visitatori del sito web apprezzeranno la maggiore comodità e l’aspetto migliore che derivano da un tempo di caricamento delle pagine più rapido. Invece di visualizzare un messaggio di errore al posto delle immagini, vedranno le icone e le fotografie così come previsto.

Potenzia la SEO

Se ottimizzi le immagini, puoi dare una marcia in più alla SEO del tuo sito web. Inoltre, puoi etichettare le immagini con tag alt in modo da migliorare l’accessibilità e ottimizzare la SEO. Se utilizzi un Website Builder, questa operazione viene eseguita con semplicità quando carichi le immagini su una libreria multimediale.

Le librerie multimediali, come quelle fornite da WordPress o Mailchimp, presentano caselle di testo in cui è possibile inserire alt tag e parole chiave. Questi verranno allegati all’immagine e visualizzati nei motori di ricerca, purché l’utente abbia consentito al sito web di essere trovato.

Riduci al minimo lo spazio di archiviazione sul server

I file di immagini, video o grafici di grandi dimensioni possono rallentare i server dei siti web. Se i contenuti multimediali visualizzati sul sito web superano i limiti di dimensione consigliati, il caricamento della pagina potrebbe richiedere troppo tempo.

Conservare meno file di immagini sul server ti aiuta a far sì che il sito web funzioni alla velocità che i visitatori si aspettano. Una volta che hai appreso come ottimizzare le immagini per il web, puoi ottenere tempi di caricamento delle pagine rapidi.

Come ottimizzare le immagini per il web

Imparare a ottimizzare le immagini per il web è facile. Di seguito, ti spieghiamo come comprimere le immagini o il tuo sito web e come eseguire i passaggi di base necessari per ottimizzare le immagini per il web.

MailChimp Longform -15 graphic -3-01

Seleziona un formato di file

Forse hai notato che esistono centinaia di tipi di file diversi. Alcuni dei più comuni includono JPEG (o .jpg), PNG e GIF. Ma prima di procedere con l’ottimizzazione delle immagini web, è necessario comprendere lo scopo di ciascun tipo di file.

  • JPEG: è uno dei tipi più comuni di file di immagine web. Infatti offre una qualità dignitosa che occupa meno spazio di un PNG. Tuttavia, alcune grafiche potrebbero non preservare la loro “efficacia” se si riducono le dimensioni del file di immagine JPEG (JPG).
  • PNG: questo formato spesso è più indicato per ridurre le dimensioni dei file di immagine e mantenere la qualità. Inoltre, consente di utilizzare e comprimere immagini con lo sfondo trasparente.
  • GIF: un formato di file “GIF” non è particolarmente indicato per le immagini sul web. È più utile per creare video grafici animati. L’uso migliore di questo tipo di file è per tutorial dimostrativi. Al giorno d’oggi, la GIF può sembrare obsoleta perché è possibile avere file MP4, MOV o WMV compressi che producono animazioni di migliore qualità rispetto a una GIF. D’altro canto, la GIF utilizza meno spazio e risorse del server web e non rallenta il caricamento della pagina.
  • SVG: questo formato è diventato più popolare da quando è necessario far sì che la grafica risponda a una varietà di dimensioni dello schermo. Un file SVG si adatta a tutti i dispositivi, compresi computer, telefoni cellulari e tablet, senza ridurre la qualità. Tuttavia, i file SVG potrebbero non essere visualizzati correttamente in ogni browser.

Per quanto riguarda il tipo di file, tutti vengono compressi in modo diverso. Ad esempio, i file JPEG subiscono una compressione con "perdita". Se scegli questo tipo di compressione, avrai bisogno di un’immagine di partenza quasi perfetta per ottenere la stessa qualità.

La compressione dei file "senza perdita", invece, non riduce la qualità dei file di pari passo con la riduzione delle dimensioni. Ciò si verifica spesso con la compressione di immagini PNG. I tipi di compressione "con perdita" e "senza perdita" sono alcuni dei tipi di compressione che è necessario prendere in considerazione quando si utilizzano i plug-in per il ridimensionamento automatico. Il tipo di file è importante, ma anche il design del plug-in può avere un impatto sul risultato finale della compressione.

Aggiungi testo alternativo (il modo più semplice)

L’aggiunta di testo “alt” non consente solo di ottimizzare un’immagine per SEO grazie all’uso di parole chiave, ma rende anche più accessibile una pagina web grazie all’aggiunta di una descrizione ai grafici visualizzati.

Il testo alternativo offre a una persona ipovedente un modo per comprendere le foto e le grafiche visualizzate. È utile anche quando le immagini non vengono visualizzate correttamente in una guida tutorial, in quanto consente comunque di comprendere le istruzioni.

Il modo più semplice per aggiungere testo alternativo è inserirlo nel campo apposito durante il caricamento di un’immagine in una libreria di immagini. Di solito è anche possibile caricare le immagini per post sul blog sulla maggior parte delle piattaforme di hosting che gestiscono blog. Quando crei il tuo post sul blog, è probabile che noterai un campo in cui puoi inserire il testo alternativo quando aggiungi le immagini.

Aggiungi testo alternativo (il modo più difficile)

Se il Builder del tuo blog o sito web non ha la possibilità di inserire rapidamente testo alternativo e descrizione delle immagini, dovrai utilizzare HTML. Questa opzione può essere necessaria per un post sul blog o una casella di testo sulla pagina o un file caricato sul server da un file Blocco note.

L’utilizzo dell’HTML è un po’ più avanzato rispetto al semplice uso di un editor di blog visivo o pagine web. Hai bisogno del codice da copiare e incollare (o da scrivere da zero) in modalità “testo” rispetto a “visivo” o “fonte”. Se non sai cosa significa tutto ciò, guarda questo esempio di come si presenta il codice HTML quando aggiungi testo alternativo a un’immagine.

Non preoccuparti di tutto ciò se sei ancora alle prime armi con il tuo sito web. Puoi creare testo alternativo senza conoscere l’HTML se utilizzi il metodo più semplice descritto sopra. In caso contrario, puoi apprendere almeno il codice HTML necessario per formattare l’immagine una volta caricata in un post sul blog.

Il codice HTML tag alt “più difficile” è una competenza che riguarda principalmente chi vuole imparare a costruire un sito web da zero. In tal caso, è necessario imparare come inserirlo in un file blocco note e come caricarlo sul sito web utilizzando un client FTP oppure, quando si costruisce un sito web, come utilizzare un editor di codice.

Se hai appena iniziato a costruire il tuo sito, è probabile che non ti servirà niente di tutto ciò. Tuttavia, ora sai che è un’opzione per ottimizzare le immagini per il web.

Ottimizza le dimensioni dei file

È più facile ottimizzare le dimensioni dei file se questi non sono ancora stati caricati sul web. In questo caso, puoi salvarli nel tuo programma di editing fotografico preferito in base alle dimensioni di cui hai bisogno. Le dimensioni consigliate per le intestazioni sono pari a circa 1024 pixel di larghezza x 786 pixel di altezza.

Le immagini di sfondo dovranno essere grandi circa 1920 x 1080 pixel. Le immagini del logo variano da circa 100 a 400 pixel di larghezza e di solito hanno un’altezza da 50 a 100 pixel. Tieni presente, in particolare per le immagini di sfondo, che le dimensioni che puoi utilizzare dipendono dalle dimensioni del file dell’immagine.

Comprimi le immagini

Le immagini del sito web che possono influire maggiormente sui tempi di caricamento includono le immagini dell’intestazione e di sfondo della pagina. Per le immagini di intestazione e di sfondo della pagina, in genere è necessario utilizzare la compressione GIF o JPEG. Assicurati che la dimensione sia quanto più bassa possibile per offrire al tuo sito web l’aspetto professionale di cui hai bisogno.

Utilizza strumenti e plug-in di ottimizzazione delle immagini

Un modo per evitare di dover trascorrere innumerevoli ore a ottimizzare manualmente le immagini per il web è utilizzare gli strumenti di ottimizzazione delle immagini. Questi plug-in vengono solitamente forniti in dotazione con la maggior parte delle principali piattaforme di blog e ridimensionano automaticamente le immagini. I plug-in e gli strumenti di ottimizzazione delle immagini rappresentano anche un modo rapido per aggiungere i tag alt. Di solito è possibile semplicemente selezionare le immagini dalla libreria multimediale che vuoi comprimere. Bastano pochi clic per ridurre le dimensioni pur preservandone la qualità.

Strumenti per l’ottimizzazione delle immagini

Se volessi ottimizzare le immagini per le pagine web una alla volta, dovresti avere conoscenze avanzate in fatto di codifica. Gli strumenti per l’ottimizzazione delle immagini automatizzano il processo. Inoltre, evitano la necessità di eliminare e ricaricare decine o addirittura centinaia di immagini o file grafici.

Invece di dover cambiare i tipi e le dimensioni dei file di immagine manualmente, i plug-in svolgono tutti questi compiti al posto tuo. Alcuni esempi includono LazyLoad, TinyPNG o Shortpixel. Il tutto, però, dipende dalla piattaforma di blog che utilizzi.

In molti casi, per comprimere automaticamente le immagini ti basta:

  1. Installare il plug-in di compressione dell’immagine.
  2. Regolare le impostazioni in modo da soddisfare gli standard di compressione.
  3. Lasciare che il compressore faccia il suo lavoro.
  4. Impostare manualmente le immagini non modificate per la compressione futura.

Il quarto passaggio che vedi qui sopra si riferisce ai casi in cui un plug-in di compressione delle immagini non riconosce le immagini caricate. Ciò dipende dal plug-in utilizzato, ma è possibile che non rilevi le immagini che non hai modificato. Tuttavia, puoi comunque modificare manualmente l’immagine con alcuni plug-in di compressione dell’immagine.

Tipi di file per l’ottimizzazione delle immagini web

Come abbiamo detto in precedenza, esistono diversi tipi di file tra cui scegliere per l’ottimizzazione delle immagini per il web. I tipi di file più comuni per l’ottimizzazione delle immagini web includono JPG (JPEG), PNG, GIF e, in alcuni casi, SVG.

Un altro formato che forse hai visto in giro è il formato immagine web (.webp), che sta diventando sempre più utile per universalizzare le immagini su tutti gli schermi. Alcune versioni di Chrome, Android, Microsoft Edge e Opera o Firefox lo supportano.

Conclusione

Quando impari come ottimizzare le immagini per le pagine web, tieni a mente che puoi ridurne le dimensioni mantenendo la qualità quanto più vicina possibile a quella originale.

Puoi ridimensionare automaticamente tutte le immagini utilizzando i plug-in. I migliori risultati si ottengono quando utilizzi strumenti che sanno come rispondere ai tuoi tipi di file. Se hai un’immagine iniziale soddisfacente, ottimizzarla per la visualizzazione web non dovrebbe essere troppo difficile.

Domande frequenti

Come faccio a comprimere le immagini per il mio sito web?

Per comprimere le immagini per il tuo sito web, puoi ridimensionare l’immagine alla risoluzione ideale prima di caricarla sul tuo sito web. Altrimenti, puoi utilizzare un plug-in automatizzato che esegua questa operazione al posto tuo. È meglio installare il plug-in sul tuo sito web o blog prima di aggiungere nuove immagini, in modo che queste vengano compresse automaticamente. Puoi ridurre manualmente le dimensioni delle immagini dopo che le hai caricate e prima di installare un plug-in di compressione. Ciò potrebbe essere necessario solo se il plug-in non rileva alcuni file meno recenti.

Come faccio a ottimizzare un JPEG per il web?

La compressione delle immagini JPEG può ridurre i tempi di caricamento delle pagine. Inoltre, in genere aiuta anche a mantenere la qualità dell’immagine originale. Tuttavia, per ottenere i migliori risultati è necessario iniziare con un’immagine di alta qualità.

Per comprimere rapidamente un JPEG per il web, valuta la possibilità di usare strumenti e plug-in di ottimizzazione delle immagini. Ad esempio, puoi utilizzare il Content Studio e l’editor di foto di Mailchimp per modificare, ridimensionare e ottimizzare vari tipi di immagini.

Quali sono le dimensioni ideali per un’immagine destinata a un sito web?

Le dimensioni ideali dell’immagine variano a seconda delle tue esigenze. Ad esempio, l’ampiezza ideale per un logo è in genere di circa 100 pixel in modo che questo possa adattarsi allo schermo. La dimensione ideale dell’immagine di sfondo dell’intestazione è di almeno 1024 pixel, ma può arrivare a un’ampiezza di fino 2500 pixel.

Tieni presente che queste informazioni non prendono in considerazione il livello di qualità dopo la compressione. Tuttavia, i compressori automatici ti aiutano a ottenere la migliore qualità con il minor sforzo possibile.

Condividi questo articolo