Punta i riflettori sulla fatturazione

Parlare di soldi non è mai semplice, ma è più facile con il supporto di una comunità di oltre 1.000 professionisti del marketing.

Per molti freelance e piccole agenzie, la fatturazione può essere un discorso difficile da affrontare. Quanto, quando e persino come farsi pagare dai clienti sono dilemmi che insidiano anche gli esperti del settore più navigati. Il nostro report di benchmark, di recente pubblicazione, fornisce informazioni utili su questo argomento che in passato era tabù. Nonostante questo documento offra innumerevoli consigli utili per il settore, sapevamo che i partner Mailchimp avrebbero avuto ulteriori suggerimenti, soprattutto nel campo della fatturazione. Così siamo tornati sui nostri passi e la nostra community di partner globali ci ha regalato delle perle per incrementare i profitti.

Ecco alcune delle considerazioni che hanno condiviso:

Vicky Smith

Titolare di Flic Email, una microagenzia di email marketing nel Regno Unito, con quattro anni di esperienza nel settore.

Stabilire i miei prezzi è stata una delle mie sfide maggiori. Quando ho cominciato con l’email marketing, le mie tariffe erano troppo basse perché, onestamente, pensavo sarebbe stato ingannevole imporne di più alte. E non avevo alcuna idea di come stabilirle... Tariffa oraria? A campagna? A pacchetto? Affrontare la mia “sindrome dell’impostore” mi ha aiutata a raggiungere i miei attuali traguardi. Ho investito molto tempo nell’apprendimento indipendente. Ho ottenuto certificazioni Mailchimp Academy, partecipato a conferenze virtuali, letto libri e ascoltato podcast di esperti del settore. Le mie tariffe riflettono sia la mia esperienza pratica che la mia base di conoscenze.

“Ho investito molto tempo nell’apprendimento indipendente […] Le mie tariffe riflettono sia la mia esperienza pratica che la mia base di conoscenze.”

Jonathan Cook

Titolare di Neon Hive, uno studio digitale in Nuova Zelanda, con sei anni di esperienza nel settore.

All'inizio, fatturavo ogni progetto su base oraria. Ma, una volta aumentata la mia efficienza, ciò ha inevitabilmente comportato un guadagno minore per la stessa quantità di lavoro. Questo cambiamento mi ha portato a un’importante realizzazione: ho capito che era necessario fatturare prezzi fissi con un approccio basato sul valore. In questo modo, sono riuscito a guadagnare di più mantenendo i clienti soddisfatti. Suggerimento: il tuo ritmo lavorativo è troppo impegnativo? Aumenta le tue tariffe.

Larissa Uredi

Titolare di No-Where Consultants, un team di strategia digitale nel Missouri, con 11 anni di esperienza nel settore.

Il nostro consiglio a giovani imprenditori e imprenditrici alle prime armi è quello d’investire il tempo necessario a ottenere una partita IVA e a formalizzare la propria attività, anche se ciò significa semplicemente registrarsi come ditta individuale e aprire un conto aziendale. Nella fatturazione, è fondamentale garantire la separazione tra capitale aziendale e personale. Inoltre, è importare investire tempo per procurarsi un vero sistema di fatturazione, come WaveApps o FreshBooks. Inviare fatture tramite servizi come Venmo non è professionale ed è difficile da monitorare quando è il momento di fare la dichiarazione dei redditi. La prima impressione si estende a ogni aspetto dell’attività, quindi è importante assicurarsi di avere tutto in ordine, specialmente a livello finanziario.

“Nella fatturazione, è fondamentale garantire la separazione tra capitale aziendale e personale.”

Minaz Noormohamed

Direttore generale di Wired Messenger Inc., un’agenzia di marketing digitale a Toronto, in Canada, con 18 anni di esperienza nel settore.

Non ti sminuire. I potenziali clienti spesso non conoscono a fondo le politiche di prezzo e app come Fiverr creano l’illusione di prezzi più bassi a parità di lavoro. Ma in fin dei conti, si ottiene ciò per cui si paga. Per dimostrare il nostro valore, spesso chiedo al cliente: “Quanto stimerebbe 10-15 ore del suo tempo?” Questo solitamente aiuta la persona a comprendere il costo e a riconoscere il valore della nostra esperienza nel settore. Siamo anche molto chiari sulla portata del nostro progetto, per evitare successive deviazioni dal programma. Quando gestisci le aspettative del cliente fin dall’inizio, sono tutti soddisfatti.

“Quando gestisci le aspettative del cliente fin dall’inizio, sono tutti soddisfatti.”

MaryAnn Pfeiffer

Direttrice di 108 Degrees, agenzia di marketing digitale che offre servizi completi nel New Hampshire, con oltre 20 anni di esperienza nel settore.

Senza una solida struttura di fatturazione e pagamento, non puoi gestire adeguatamente la tua attività. Le imprese che vendono prodotti tangibili in genere conoscono bene i loro costi operativi. Ma con i servizi creativi il discorso cambia, ed è davvero difficile attribuire un prezzo a un valore. Lo posso fare solo con la minoranza dei miei clienti. È fondamentale assicurarsi di realizzare un profitto, in particolare se si ha un team alle spalle. Riassumerei così i miei suggerimenti più importanti:

  • Assumi un buon commercialista. Intendo una figura professionale esperta: evita amici e parenti.
  • Prepara il contratto con un avvocato che abbia esperienza nei servizi creativi. E per favore, evita LegalZoom.
  • Aggiorna la tua struttura di fatturazione ogni anno. I servizi e i costi cambiano: adegua la fatturazione di conseguenza.
“Assumi un buon commercialista. Intendo una figura professionale esperta: evita amici e parenti.”

Alessandra Farabegoli

Co-fondatrice di Digital Update a Ravenna, con oltre 20 anni di esperienza nel settore.

Nella definizione del prezzo, ricorda che non tutto il lavoro che svolgi è fatturabile al cliente: devi considerare il tempo dedicato a marketing, contabilità, R&S, networking, giorni di riposo, più un margine di risparmio sugli investimenti o per affrontare i momenti negativi. Quindi, definisci i tuoi costi e pubblicali sul tuo sito web, in termini di tariffe orarie o di fascia di prezzo per pacchetti fissi. So che ci vuole coraggio per sconfiggere la “sindrome dell’impostore”, ma nel farlo risparmierai tempo, scoraggiando chi vuole assumerti per un centesimo (di certo, non un desiderabile potenziale cliente) e ancorando il tuo valore a una soglia imprescindibile per negoziazioni future. E scrivi sempre sul contratto cosa farai, cosa ti aspetti che il cliente faccia (ad es. fornire informazioni e/o feedback), come e quando riceverai il pagamento, senza dimenticarti di chiedere un acconto: il tuo lavoro è già iniziato!

Ovviamente, in qualsiasi tappa nella tua carriera nel marketing, la fatturazione rimarrà sempre un argomento da affrontare. Le tariffe cambiano, la tecnologia si evolve e i clienti vorranno sempre di più spendendo meno. Fortunatamente, esiste una community di colleghi del settore del marketing digitale su cui puoi fare totale affidamento, dai consigli sulla fatturazione al più divertente meme di marketing della settimana.

Condividi questo articolo