Passa al contenuto principale

Salve! Le prove gratute sono disponibili per i piani Standard ed Essentials. Inizia gratuitamente oggi.

Come utilizzare i QR code

L’ascesa e l’evoluzione dei telefoni cellulari ha influenzato quasi ogni aspetto della nostra vita quotidiana. Ora utilizziamo i telefoni cellulari non solo per fare telefonate, ma anche per scattare foto, inviare messaggi rapidi agli amici, accedere a Internet e seguire la vita dei nostri amici e persino di completi estranei da quasi qualsiasi parte del mondo.

I telefoni cellulari sono ovunque. In qualità di titolare di un’attività, la tua strategia di marketing deve adattarsi all’uso dei cellulari. Ammettiamolo... se qualcuno sta accedendo ai tuoi contenuti online, probabilmente lo sta facendo dal cellulare. Dal momento che i telefoni cellulari sono un elemento così comune e importante della nostra vita, a volte il mondo deve apportare dei cambiamenti per semplificarne l’utilizzo. Il QR code è un esempio perfetto.

Anche se non hai mai utilizzato un QR code, probabilmente ne avrai visto uno. Sono quadratini con uno schema di blocchi e linee. Tenendo la fotocamera del telefono rivolta verso il quadratino, questo ti indirizza a una pagina specifica su Internet. Vengono utilizzati su volantini, cartelli, brochure, coupon, post sui social, email e altro ancora. In poche parole, i QR code al giorno d’oggi sono ovunque. Il QR code è diventato ampiamente utilizzato negli ultimi anni, soprattutto durante la pandemia di COVID, quando le persone evitavano attivamente il contatto fisico con materiali stampati come i menu.

I QR code non sono solo comodi. Sono anche strumenti di marketing incredibilmente potenti che è possibile utilizzare su volantini, nelle email, nei post sui social e per molto altro per generare traffico e convertire i visitatori in acquirenti. Di seguito è riportata una guida completa ai QR code, in cui spieghiamo come inserirli nella tua strategia di marketing.

Cos’è un QR code?

Un QR code è un codice a barre bidimensionale composto da moduli neri disposti all’interno di uno schema bianco di forma quadrata. QR sta per “quick read” (lettura rapida).

Sebbene i QR code siano diventati comuni negli ultimi anni, in realtà sono stati inventati nel lontano 1994 da una filiale del gruppo Toyota, la Denso Wave. Denso Wave aveva bisogno di un modo efficiente per tracciare i componenti dell’auto, quindi ha inventato il QR code insieme a scanner progettati per leggere i codici. Posizionarono degli adesivi con codici su ogni componente. Con una rapida scansione, riuscivano a registrare un componente nell’inventario e monitorarlo lungo tutta la catena di produzione.

Dopo la creazione dei QR code da parte di Denso, questi sono diventati di uso comune nei settori manifatturiero e della catena di fornitura. Tuttavia, ci vorrà del tempo prima che vengano adattati per l’utilizzo da parte del grande pubblico.

All’inizio degli anni 2000 Denso ha reso pubblicamente disponibile la tecnologia del QR code affinché chiunque potesse utilizzarla senza alcuna violazione del proprio brevetto. In quel periodo, la tecnologia di scansione dei QR code divenne disponibile su alcuni telefoni cellulari in Giappone. Tuttavia, prima della sua diffusione, sarebbero passati quasi 20 anni.

Il settore immobiliare è stato uno dei primi ad adottare i QR code. Gli agenti li inserivano sui cartelli e i volantini degli immobili "in vendita". I potenziali acquirenti potevano scansionare il QR code e vedere le specifiche, le immagini e le planimetrie di una proprietà.

È stato necessario un evento di portata mondiale per far comprendere quanto questi codici siano utili e preziosi. La pandemia di COVID ha limitato l’efficacia e la sicurezza dei materiali fisici. Attività come ristoranti, hotel e simili avevano bisogno di un modo per comunicare informazioni senza fornire materiale stampato. I QR code erano la soluzione.

In pochi anni, i QR code sono diventati un elemento comune della vita quotidiana. Infatti, solo nel 2021, 76 milioni di americani hanno utilizzato il proprio telefono per scansionare un QR code a un certo punto.

In 2021, nearly 76 millions Americans scanned a QR code using their mobile device.

Come funzionano i QR code?

Un QR code funziona in modo simile a un semplice codice a barre, pur essendo in grado di contenere molti più dati. In un codice a barre, uno scanner legge la combinazione di righe dall’alto verso il basso per interpretare dati come il prezzo o i livelli di inventario.

Un QR code funziona in modo molto simile. Tuttavia, un QR code può essere letto in due direzioni: dall’alto verso il basso e da sinistra verso destra. Ciò consente al codice di contenere un numero significativamente maggiore di informazioni rispetto a un semplice codice a barre.

I QR code sono diventati un modo popolare per condividere contenuti come una pagina web o un menu o moduli di registrazione nelle campagne di marketing. Vengono inoltre utilizzati dai produttori per tenere traccia dell’inventario e dei pezzi. Sono disponibili combinazioni quasi illimitate di QR code grazie ai modelli unici di blocchi in ciascuno di essi. Non esistono due QR code uguali, il che significa che sono un modo altamente efficace per trasmettere informazioni.

Usi e applicazioni del QR code

In che modo la tua azienda può utilizzare i QR code nelle tue campagne di marketing? Esiste un’ampia gamma di usi potenziali, ma di seguito sono riportati alcuni dei più popolari:

List of uses for QR codes
  • Menu. Sarai stato in un ristorante che utilizza un QR code anziché un menu fisico. Ti basta scansionare il codice e il menu appare sul telefono. Questo strumento consente al ristorante di risparmiare denaro eliminando la necessità di stampare i menu ogni volta che si cambia qualcosa.
  • Biglietti da visita. Quanto spesso ti è capitato che qualcuno ti abbia lasciato un biglietto da visita che hai finito per perdere o gettare nella spazzatura? Oggi pochissime persone portano con sé o conservano i biglietti da visita. Un QR code è un modo efficace per inviare le proprie informazioni di contatto in modo che il destinatario possa salvarle direttamente nel telefono.
  • Pubblicità stampata. Pubblichi annunci su riviste o giornali? Vuoi che gli annunci portino le persone al tuo sito web? Aggiungi un QR code ai tuoi annunci. Le persone scansionano il codice e immediatamente il sito web si apre sul telefono.
  • Download di app. La tua azienda ha un’app? Utilizza un QR code per indirizzare i clienti all’app nel loro app store. Ciò consente loro di risparmiare passaggi e di scaricare la tua app in pochi secondi.
  • Etichette per bagagli. È così facile che le etichette fisiche scritte a mano si perdano durante il trasporto. Prova a usare degli adesivi con QR code che riportano il tuo nome e le tue informazioni di contatto. Se il tuo bagaglio verrà smarrito, qualcuno potrà scansionare il codice e contattarti immediatamente.
  • Pagamenti digitali. Vuoi ricevere pagamenti elettronici? Usa un QR code presso il tuo punto vendita. Il cliente potrà scansionare il codice ed effettuare rapidamente il pagamento con i metodi salvati sul telefono. Elimina la necessità di transazioni in contanti e persino di lettori di carte.
  • Coupon. Vuoi offrire ai tuoi clienti un coupon da utilizzare durante la loro prossima visita? Invialo rapidamente con un QR code. Potranno presentare il codice e, quando questo sarà scansionato, si vedranno applicare uno sconto sull’acquisto.
  • Condivisione delle immagini. Hai bisogno di mostrare una galleria di immagini per un evento, un’attività, una proprietà o un prodotto? Utilizza un QR code come link alle immagini per semplificare la navigazione.

Questo è solo un esempio di alcuni degli usi più comuni dei QR code. Ne esistono molti altri. Qualsiasi esempio in cui sia necessario comunicare rapidamente un link a un sito web o a dati aziendali ha il potenziale per l’utilizzo di un QR code.

QR code nel marketing aziendale

Come integri i QR code nei tuoi sforzi di marketing e li comunichi al tuo pubblico? È facile. Ogni volta che invii informazioni ai clienti in forma digitale, hai l’opportunità di includere un QR code.

Ad esempio, supponiamo che tu abbia un modulo di iscrizione per prenotare posti per un corso o un altro servizio che offri. Puoi condividere i moduli di iscrizione con i QR code tramite social media, email o persino SMS. I tuoi clienti scansionano il codice e vanno al modulo di iscrizione per prenotare il proprio posto.

Lo stesso vale per i coupon digitali. Li invii in forma digitale come faresti con qualsiasi altro messaggio. Puoi anche includere il codice su materiali stampati come volantini, poster o cartelli nella tua attività. Chiunque scannerizzerà il codice avrà accesso al coupon.

Ci sono pochi limiti su come utilizzare i QR code nelle tue attività di marketing. Usa la creatività e pensa a un’ampia gamma di metodi per comunicare il codice ai tuoi potenziali clienti e al tuo mercato.

Come scansionare un QR code

La parte migliore dei QR code è la loro facilità d’uso. All’inizio possono sembrare complicati, ma una volta presa la mano sono incredibilmente semplici. Ecco alcuni suggerimenti su come utilizzare il telefono come scanner di QR code:

Come scansionare un QR code su Android

È molto facile scansionare i QR code su un dispositivo Android. Per prima cosa, apri l’app della fotocamera e puntala sul codice. Il codice dovrà essere a fuoco, quindi potrebbe essere necessario ingrandire o ridurre per ottenere una buona angolazione. La maggior parte delle telecamere dei telefoni Android riconosce che si sta tentando di eseguire la scansione di un codice e fornisce istruzioni testuali su come regolare lo zoom.

Una volta messo a fuoco il codice, la fotocamera lo leggerà quasi istantaneamente. La fotocamera non dovrebbe impiegare più di un secondo per scansionare il QR code. Al termine, apparirà un piccolo banner con un link.

Tocca il banner e uscirai dall'app della fotocamera, andando automaticamente al link che è stato incorporato nel codice. Ecco fatto! Hai scansionato correttamente il tuo primo QR code con un dispositivo Android.

Come scansionare un QR code su iPhone

Il processo di scansione di un QR code su un iPhone è molto simile a quello di un Android. Inizia aprendo l’app della fotocamera. Ti consigliamo di utilizzare la fotocamera posteriore. Anche in questo caso, il QR code dovrà essere messo a fuoco dalla fotocamera. Se non lo è, la fotocamera ti fornirà istruzioni su come procedere.

Anche in questo caso, la fotocamera dovrebbe leggere il codice quasi istantaneamente. Una volta fatto, apparirà un link. Tocca il link e sarai indirizzato alla pagina associata dove potrai compilare un modulo, scaricare un coupon o fare qualsiasi passo successivo.

Scansionare un QR code, che sia su iPhone o su Android, è molto semplice. Se deciderai di utilizzare i QR code nella tua attività, nessuno sarà escluso.

Come creare i QR code: 3 metodi

I QR code non sono solo facili da scansionare. Sono anche facili da creare. Gli stessi codici possono sembrare intricati e dettagliati, e lo sono. Ma non preoccuparti, non dovrai crearli da solo.

Esistono diversi modi per creare rapidamente QR code che puoi utilizzare nel tuo marketing. Di seguito sono riportati tre dei metodi più comuni:

Graphic: 3 ways to create a QR code.

Mailchimp

Mailchimp ti mette a disposizione uno strumento semplice e intuitivo per aiutarti a condividere i moduli di iscrizione con i QR code. Dopo aver creato il modulo di iscrizione sul sito web Mailchimp o sull’app mobile Mailchimp, ti verrà chiesto con quale metodo desideri condividere il tuo modulo. Le opzioni includono un link, Facebook, Twitter e QR code.

Scegli l’opzione del QR code e Mailchimp genererà un codice per te. Seleziona quindi la dimensione desiderata per il codice: piccola, media o grande. Dopo questo passaggio, il QR code sarà pronto per il download. Potrai utilizzarlo nelle email, nei post sui social, nei volantini, nelle brochure o praticamente in qualsiasi altro modo che raggiunga i tuoi clienti.

Google Chrome

Sapevi che Google Chrome ha un generatore di QR code integrato? Questa è solo una delle tante funzionalità gratuite poco conosciute del browser Chrome.

Per utilizzare lo strumento QR code di Chrome, vai alla pagina web che desideri condividere. Potrebbe essere una pagina di destinazione, una pagina web aziendale o un modulo. Devi andare alla versione della pagina rivolta al cliente, non a quella interna che vedrai dal lato amministratore del tuo sito web.

Nella barra del menu dovrebbe esserci un’icona “Condividi” all’estrema destra, appena prima dell’icona a stella. Fai clic su quel pulsante e apparirà un menu con vari modi per condividere il link, tra cui email, Facebook, Twitter e altri.

Una delle opzioni sarà “Crea QR code”. Fai clic su questa opzione per visualizzare un QR code. Premi sul pulsante “Scarica” su quella casella e il codice verrà scaricato nella galleria delle immagini. Il codice è pronto per l’uso su post social, volantini e altro. Sarà sempre collegato a quella pagina specifica, per cui non dovrai crearne altri. Puoi usarlo come ritieni sia più efficace.

Generatori di QR code

Il terzo modo possibile per creare QR code è utilizzare un sito web di terze parti. Ti basterà cercare “generatori di QR code” nel browser che preferisci e troverai migliaia di opzioni.

La maggior parte di questi siti web offre un servizio molto semplice e gratuito. Incolla il link alla destinazione desiderata e il generatore creerà un QR code univoco che potrai utilizzare nelle tue attività di marketing. Scarica il codice e usalo come preferisci.

Alcuni servizi offrono anche versioni premium a un costo ridotto. Con queste opzioni, paghi una volta o su base mensile. Proprio come con la versione gratuita, non dovrai fare altro che incollare il link alla tua destinazione e il generatore creerà un codice univoco.

La differenza con le versioni premium è nel backend. La maggior parte propone di segnalare quante persone hanno fatto clic sul tuo link e quali canali hanno generato il maggior numero di visitatori. Questo tipo di segnalazione potrebbe essere utile se prevedi di utilizzare un elevato volume di QR code e desideri utilizzare la segnalazione per influenzare la strategia di marketing.

Condividi contenuti con QR code

I QR code sono un modo semplice ed efficace per indirizzare il traffico verso le pagine di destinazione e il sito web. Il vantaggio più grande dei QR code è la loro semplicità. I tuoi clienti non dovranno digitare un dominio o il lungo indirizzo di un sito web nel browser. Né dovranno aspettare di rientrare a casa per accedere al tuo sito tramite un computer.

Basterà scansionare il codice nel momento in cui la tua azienda è in cima ai loro pensieri. In pochi secondi saranno sulla tua pagina e potranno intraprendere un’azione come registrarsi a un servizio, compilare un modulo, scaricare un coupon e molto altro.

I QR code sono facili da generare e monitorare. Una buona regola generale è quella di includere un QR code in tutto ciò che ha un link in modo che i tuoi clienti possano facilmente raggiungere il tuo sito.

Puoi utilizzare il tracciamento dal backend per vedere quali QR code generano il traffico maggiore e quindi utilizzare tali dati per influenzare le tue decisioni di marketing. Potresti scoprire che alcuni metodi generano più traffico di altri.

Mailchimp può aiutarti a generare QR code e consegnarli a migliaia di potenziali clienti con pochi clic. Inizia oggi stesso con il codice di generazione di QR code di Mailchimp all’interno del nostro Form Builder facile da usare.

Condividi questo articolo