Passa al contenuto principale

Salve! Le prove gratute sono disponibili per i piani Standard ed Essentials. Inizia gratuitamente oggi.

Che cos’è il rapporto di rotazione delle scorte?

Il rapporto di rotazione delle scorte può aiutarti a determinare se stai vendendo abbastanza del tuo magazzino. Scopri qui come calcolarlo per la tua attività.

Se vendi prodotti, probabilmente hai un inventario da gestire. La gestione del magazzino è fondamentale per il successo della tua azienda. Se hai prodotti che restano sullo scaffale troppo a lungo, difficilmente potrai ottenere profitti. Nella maggior parte dei casi, l’inventario residuo può costare parecchio a causa dello spazio che occupa.

In ultima analisi, più a lungo il tuo inventario resta fermo, più denaro perdi. Per evitare che ciò accada, è importante comprendere il tasso di rotazione dell’inventario. Una volta ottenuto un numero esatto, puoi lavorare per migliorarlo.

Definizione del rapporto di rotazione delle scorte

Cos’è la rotazione delle scorte? La rotazione delle scorte è un valore che mostra la frequenza con cui le scorte ruotano o si muovono, misurando la velocità con cui le aziende vendono i prodotti. In ultima analisi, è il numero di volte in cui sostituisci il tuo inventario rispetto al costo dello stock in un determinato periodo di tempo.

La gestione dell’inventario è fondamentale perché gli errori possono influire sul rapporto di rotazione delle scorte, rallentando la catena di approvvigionamento, causando scorte in eccesso e variazioni nella domanda dei clienti. Il rapporto di rotazione delle scorte ti indicherà quante volte hai venduto e rifornito l’inventario per aiutarti a comprendere gli errori commessi durante il processo di gestione, i cambiamenti nelle abitudini di acquisto dei consumatori e altro ancora.

In che modo il rapporto di rotazione delle scorte può aiutare la tua azienda?

Conoscere tale valore può migliorare la tua attività in diversi modi. In particolare, il rapporto di rotazione delle scorte può aiutarti a prendere decisioni aziendali migliori in termini di prezzi, produzione, marketing e gestione del magazzino.

Ad esempio, se il tuo inventario non cambia e le persone non acquistano i tuoi prodotti, potrebbe indicare che i prezzi sono troppo alti o troppo bassi, a seconda delle attuali condizioni di mercato. Inoltre, potrebbe anche significare che non stai commercializzando in modo efficace i prodotti, quindi i tuoi clienti non sanno che hai scorte in magazzino da acquistare.

Il tuo rapporto di rotazione delle scorte ti dice quante vendite generi dai prodotti nel tuo magazzino, fornendoti un numero di riferimento per aiutarti a determinare nuovi modi per migliorare il tuo rapporto e aumentare le vendite online.

La maggior parte delle aziende dovrebbe impegnarsi per un valore elevato, poiché riduce i costi associati all’immagazzinamento. Se affitti uno spazio da un’altra azienda, puoi ridurre tale importo mensile per un inventario che non si è mosso. Se invece possiedi un magazzino, potrai liberare spazio per prodotti che si muovono rapidamente, aumentando i profitti.

D’altro canto, un rapporto di rotazione delle scorte basso significa che i tuoi prodotti non vengono venduti o che mantieni troppe scorte, il che può essere costoso. Inoltre, una rotazione lenta può indicare un cambiamento nel comportamento dei consumatori, come una diminuzione della domanda del mercato. In questo caso, puoi prendere in considerazione l’aggiornamento dei prezzi per riflettere i nuovi comportamenti dei clienti.

In ultima analisi, il rapporto di rotazione delle scorte può darti informazioni sulla tua attività. Dato che l’inventario influisce sulla crescita della tua attività, dovresti conoscere il rapporto di rotazione e trovare modi per migliorarlo.

Come calcolare il rapporto di rotazione delle scorte

La formula del rapporto di rotazione delle scorte divide il costo delle merci vendute (COGS) per l’inventario medio.

  • Il costo delle merci vendute è il costo associato alla produzione delle merci, come forniture di materiali, pagamento dei dipendenti per la loro produzione e così via.
  • L’ inventario medio è il valore delle scorte in un determinato periodo.

Il modo più semplice per calcolare il rapporto di rotazione delle scorte è scegliere un intervallo di tempo prestabilito, ad esempio un mese, un trimestre o un anno, per fornire informazioni sulla tua attività in un periodo specifico. Quindi, puoi confrontare metriche più granulari per aiutarti a determinare perché il tuo rapporto di rotazione è cambiato.

È una buona idea ripetere tale calcolo ogni mese, trimestre e anno per avere un’idea dei diversi modelli che possono influire sui tuoi profitti. Ad esempio, potresti scoprire di avere un rapporto di rotazione più elevato durante le festività, quindi dovrai acquistare o produrre più prodotti in quei mesi. Il rapporto potrebbe invece essere inferiore in altri momenti, quindi potresti risparmiare denaro avendo meno prodotti a portata di mano.

Inoltre, se noti che il tuo rapporto di rotazione delle scorte diminuisce nel tempo, puoi iniziare a fare brainstorming sul motivo vedendo quando è iniziato e per quanto tempo è diminuito.

Esempio di rapporto di rotazione delle scorte

Se non hai mai calcolato il tuo rapporto di rotazione delle scorte, abbiamo creato un calcolo campione per iniziare.

Supponiamo che tu stia misurando questo valore su un trimestre.

Se il tuo COGS è di 50.000 USD con 20.000 USD di inventario medio, troverai il tuo rapporto di rotazione delle scorte dividendo 50.000 USD per 20.000 USD.

Puoi anche utilizzare la formula del rapporto di rotazione delle scorte per trovare il tempo medio necessario per spostare l’inventario a disposizione.

Per trovare il numero medio di giorni necessari per vendere i tuoi prodotti, dividerai 365 (il numero di giorni in un anno) per 2,5 (il tuo rapporto di rotazione) per ottenere un valore di 146. Ciò significa che la tua azienda impiega in media 146 giorni per spostare le scorte.

Rapporti di rotazione delle scorte bassi e alti

Questi valori variano a seconda del settore. Tuttavia, una volta calcolato il rapporto, avrai un punto di riferimento da confrontare con la concorrenza.

Un elevato rapporto di rotazione delle scorte indica che l’inventario si muove rapidamente. Di conseguenza, non passa troppo tempo sullo scaffale e ottieni profitti regolari. Questo indica che i prodotti che vendi sono molto richiesti.

Al contrario, un basso tasso di inventario indica che i tuoi prodotti non hanno una grande domanda. In ultima analisi, i tuoi prodotti richiedono troppo tempo per essere venduti ai consumatori. Se hai un rapporto di rotazione basso, dovrai capire cosa lo sta causando, specialmente se è cambiato nel corso di alcuni mesi.

Qual è un buon rapporto di rotazione delle scorte?

Tale valore varia a seconda degli standard dei diversi settori. Tuttavia, quelli a basso margine tendono ad avere rapporti di rotazione più elevati in generale perché i loro prodotti costano meno, quindi più persone sono disposte ad acquistarli. Tuttavia, i settori a basso volume e ad alto margine hanno rapporti di rotazione inferiori perché sono acquistati da meno persone.

Ad esempio, è probabile che un’azienda che vende alimenti per animali domestici popolari abbia un elevato tasso di rotazione delle scorte rispetto a quella che vende automobili di fascia alta. Tuttavia, anche le aziende dello stesso settore possono avere rapporti di rotazione diversi, che potrebbero comunque risultare positivi. Supponiamo di avere due aziende che vendono lenzuola. La Società A vende lenzuola realizzate in cotone. Sono di buona qualità ma non le migliori sul mercato. La Società B vende lenzuola più pregiate realizzate con materiali di qualità superiore. Sono costose, ma più lussuose.

Secondo te quale delle due avrà il rapporto più elevato? Hai pensato alla Società A? Allora hai indovinato! Tuttavia, un rapporto di rotazione più elevato non significa che stia guadagnando più della Società B perché i prodotti di quest’ultima hanno prezzi più alti.

La gestione delle scorte dipende dalla comprensione di metriche diverse. Anche se il tuo rapporto di rotazione delle scorte è importante, ci sono altri fattori da tenere in considerazione. Le metriche essenziali da conoscere includono il margine di profitto e le abitudini di spesa dei clienti.

Modi per migliorare il rapporto di rotazione delle scorte

Anche se i rapporti di rotazione delle scorte variano in base al settore e al tipo di attività, il tuo obiettivo dovrebbe essere farli crescere per aiutare a spostare i prodotti più velocemente e aumentare le vendite. Ecco alcuni modi per migliorare il rapporto di rotazione:

Semplifica la catena di fornitura

Il cronometro scatta non appena inizi a produrre un prodotto o acquistarlo da un fornitore, e più a lungo lo possiedi senza venderlo a un cliente, più denaro perdi. Semplificare la catena di fornitura per inserire i prodotti nel tuo stock più velocemente significa venderli più rapidamente.

Modifica i prezzi

Il marketing dei prodotti consiste nel trovare i prezzi giusti per aumentare le vendite. Anche se i prezzi non sempre influiscono sul rapporto di rotazione delle scorte, potrebbero influire sulla velocità con cui si possono spostare i prodotti. Se il prezzo è troppo alto, i clienti non acquisteranno la merce, quindi ridurre il prezzo può aiutare i prodotti a muoversi più velocemente, specialmente se rimangono nel tuo inventario per un po’ di tempo.

Affina le previsioni

Utilizzando un software di gestione del magazzino, puoi migliorare le tue previsioni attraverso il monitoraggio dei dati per determinare quando è necessario ordinare più merce in base alla velocità con cui puoi venderla. Inoltre, un software apposito può eseguire alcuni calcoli complicati per aiutarti a prevedere i tempi giusti per il rifornimento.

Fai scorta di prodotti popolari

Fare scorta di prodotti popolari e indispensabili può aiutarti a vendere più velocemente al tuo pubblico target. Ciò garantisce che sia possibile effettuare vendite regolarmente invece di tenere scorte in eccesso.

Offri sconti sulle scorte in eccesso

Puoi modificare i prezzi degli articoli che richiedono troppo tempo per essere venduti offrendo sconti consistenti per far muovere il tuo inventario. Ad esempio, se devi eliminare le scorte dello scorso anno, puoi proporre offerte esclusive ai clienti.

Punti chiave da ricordare: Utilizzo dei rapporti di rotazione delle scorte nella tua azienda

Il rapporto di rotazione delle scorte riflette lo stato di salute della tua organizzazione. Se il rapporto è troppo basso, significa che il prodotto non gira abbastanza velocemente. Eseguire ricerche competitive e di mercato può aiutarti a trovare i prezzi giusti per migliorare questo tasso. Puoi anche migliorare il tuo marketing e-commerce per assicurarti che i clienti conoscano i prodotti che hai da offrire.

Mailchimp ti aiuta ad avere un rapporto di rotazione delle scorte ottimale fornendoti gli strumenti necessari per convertire i visitatori del sito web in clienti paganti. Utilizza Website Builder per creare un sito che vende o automatizza le email di carrello abbandonato per riportare i consumatori sul tuo sito web.

Condividi questo articolo