Passa al contenuto principale

Salve! Le prove gratute sono disponibili per i piani Standard ed Essentials. Inizia gratuitamente oggi.

Che cos’è il marketing agile?

Scopri come trasformare le tue campagne di vendita con il marketing agile per ottenere migliore produttività, lavoro di squadra e risultati aziendali.

Il marketing Agile è un approccio strategico e adattabile al marketing. I team di marketing Agile ottengono flessibilità attraverso il lavoro di squadra collaborativo, l’analisi dei dati e, soprattutto, una struttura iterativa.

La storia del marketing Agile

Agile affonda le sue radici nel lavoro degli sviluppatori di software che erano alla ricerca di modi più efficienti per organizzare il lavoro e aumentare l’adattabilità. Ciò è particolarmente importante nella codifica, dove si presentano costantemente bug imprevisti e richieste in continua evoluzione.

Gli approcci iterativi e incrementali iniziarono a comparire già nel 1957 nello sviluppo del software, ma fu solo nel 2001 che furono formalmente descritti come Agile.

Manifesto per lo sviluppo agile del software, 2001

Durante gli anni Novanta, gli ingegneri software hanno esplorato una varietà di metodi “leggeri” come alternative agli approcci “pesanti” che li rallentavano.

I metodi pesanti sono collettivamente indicati come il modello a cascata, in cui gli sforzi di marketing fluiscono dal piano superiore fino alla progettazione, costruzione, collaudo e quindi produzione.

Questa struttura rigida ha impedito agli sviluppatori di rispondere a cambiamenti o a difficoltà impreviste. Nel 1995, il CHAOS Report ha dimostrato che una media del 16,2% dei progetti software è stata completata nel rispetto del budget e in tempo. I team di sviluppo di software agile erano alla ricerca di approcci più efficienti ed economici.

Nel febbraio 2001, un gruppo di 17 sviluppatori si è incontrato per discutere queste nuove alternative leggere. Il risultato è stato il Manifesto per lo sviluppo agile del software.

Sprint Zero e Agile Marketing Manifesto, 2012

È semplice mappare gli approcci tradizionali al marketing sulla struttura a cascata dei metodi software pesanti. Prima di Agile, a un team di marketing riceveva in genere un piano generale per una campagna per cui trascorrere diversi mesi a progettare e completare tutti i materiali richiesti prima di passare a revisione, test e rilascio.

Ma gli approcci Agile descritti nel relativo manifesto del 2001 hanno offerto un’alternativa. Ogni interazione includeva un ciclo di revisione, test e rilascio, consentendo un miglioramento continuo.

Nel 2012, dopo 48 ore di intensi incontri, un comitato chiamato Sprint Zero ha prodotto l’Agile Marketing Manifesto, che mirava a fornire un unico punto di riferimento per sostenere il movimento di marketing Agile.

Agile Marketing Manifesto non ha fornito un quadro di riferimento unificato. Ha invece definito le strategie di marketing che avrebbero costituito la base di qualsiasi approccio di marketing Agile.

L’evoluzione delle pratiche di marketing Agile

Nel 2022, dieci anni dopo la stesura dell’Agile Marketing Manifesto, il marketing Agile era già ampiamente diffuso. Il 5° Report annuale sullo stato dell’Agile Marketing riferisce che il 43% dei reparti di marketing utilizza una qualche forma di metodologia Agile e il 91% degli esperti di marketing che non avevano ancora adottato l’Agile Marketing prevedeva di farlo entro l’anno successivo.

Valori fondamentali del marketing Agile

I principi Agile del manifesto 2012 sono ancora utilizzati dai team di marketing Agile di tutto il mondo.

Il marketing Agile è stato creato per contrastare i problemi associati ai metodi pesanti. Pertanto, è più facile descrivere i valori fondamentali del marketing Agile confrontandoli con le tecniche di marketing tradizionali.

Campagne adattive e iterative

Solitamente, un’organizzazione di marketing redigeva un piano a lungo termine basato sui dati raccolti, concludendo con una grande campagna a ogni fase del percorso mappata.

I team di marketing Agile lavorano in iterazioni: progetti più piccoli completati in un breve periodo di tempo, di solito circa due settimane. La maggior parte di queste iterazioni terminerà con qualcosa che verrà rilasciato a un pubblico più ampio, ma a volte rappresenteranno parti più piccole di una campagna più ampia. A ogni iterazione corrisponde un processo di revisione, che offre al team lo spazio per imparare e crescere dal feedback continuo.

Consegna anticipata e continua

Un team di marketing tradizionale potrebbe impiegare mesi per una campagna importante, che tuttavia potrebbe non essere più rilevante o utile una volta rilasciata. Quindi, invece di creare campagne di grande impatto, gli Agile marketer si concentrano su risultati veloci.

Ciò consente ai professionisti del marketing Agile di adattare e far progredire una campagna di marketing basata sul feedback dei clienti e sui report di vendita. Le iterazioni continue consentono dunque l’evoluzione con ogni nuovo dato.

Test ripetuti

Nel marketing Agile, ogni iterazione funge da test interno. I test delle campagne di grandi dimensioni possono rallentare significativamente il processo di apprendimento, il che può a sua volta rallentare il miglioramento.

Con un lancio iterativo, un team di marketing Agile può rivedere rapidamente il proprio approccio. Con uno spazio integrato per considerare ciò che ha funzionato bene e ciò che deve cambiare, possono rendere più forte ogni componente della campagna.

Questo processo di test e revisione ripetuti offre inoltre ai professionisti del marketing Agile la possibilità di osservare come sta funzionando il loro team e ottimizzare il flusso di lavoro insieme ai risultati che stanno producendo.

Contributi preziosi

Nel marketing tradizionale, le scadenze sono fissate in un lontano futuro e non suddivise in obiettivi a breve termine. Non sorprende che ci siano periodi in cui la produttività cala e i membri del team ritengono di dover essere visti lavorare indipendentemente da quanto possa essere utile quel lavoro.

Quando le scadenze si avvicinano rapidamente, invece, conta solo il lavoro utile. Il marketing Agile si basa sull’autonomia del team di marketing e presuppone che tutto il lavoro completato contribuisca al risultato finale.

Alcuni quadri di riferimento Agile incoraggiano anche dei tempi di inattività, per pensare a ciò che potrebbe essere fatto diversamente nell’iterazione successiva.

Collaborazione incentrata sul cliente

Nei programmi di marketing Agile, la collaborazione e il lavoro di squadra sono essenziali. In un approccio tradizionale top-down a cascata, i manager spesso stabiliscono gli obiettivi del progetto e non interagiscono con il team fino alla fine del processo.

Ma con le pratiche iterative, i team Agile sono incoraggiati a suggerire quali cambiamenti reputano utili. Possono emergere nuove idee e il team può discuterne in gruppo, portando a soluzioni nuove e spesso più efficaci.

Servant leadership

Senza una gerarchia rigorosa, i senior leader del marketing sono incoraggiati a concentrarsi sulle esigenze dei propri dipendenti con fiducia e rispetto. La servant leadership non solo può portare a una migliore qualità della vita per i dipendenti, riducendo così i casi di burnout, ma può anche avere effetti positivi sulle prestazioni lavorative.

Trasparenza attraverso feedback frequenti

Un approccio più aperto e trasparente consente la creazione di team interfunzionali, come la creazione di connessioni tra i reparti all’interno dell’azienda. In questo modo, le persone al di fuori del team di marketing possono condividere informazioni potenzialmente in grado di cambiare la campagna che altrimenti sarebbero state trascurate.

Questo offre vantaggi anche ai membri del team. Piuttosto che lavorare individualmente, il team è incoraggiato a chiedere consigli e condividere i propri successi lungo il percorso prima di presentare il proprio lavoro a un responsabile marketing.

Vantaggi del marketing Agile

Con vantaggi sia a livello individuale che aziendale, è facile capire perché il marketing Agile sta diventando così popolare.

Efficienza migliorata

Il marketing Agile funziona con obiettivi a breve termine, che possono aiutare il team a mantenere la concentrazione e a produrre risultati più rapidi. Secondo un report, il 93% dei Chief Marketing Officer ha riferito un miglioramento della velocità di commercializzazione di idee, campagne e prodotti, con il 28% di progetti in più completati in tempo, secondo gli esperti di marketing senior.

Tuttavia, il tasso di progresso reso possibile dalla metodologia Agile non significa che le campagne di marketing siano frettolose o meno efficaci. Le statistiche sui ricavi suggeriscono piuttosto il contrario.

Aumento dei ricavi

Il marketing Agile consente campagne di marketing adattabili, di alta qualità e consegnate rapidamente, che dimostrano risultati finanziari reali.

McKinsey ha riferito che quando vengono introdotte le tecniche di marketing Agile, i ricavi aumentano tra il 20 e il 40%, un margine davvero notevole.

Migliore integrazione e comunicazione

In un ambiente Agile, i team sono incoraggiati a condividere i loro risultati con l’organizzazione più ampia, portando a una migliore comunicazione tra i reparti. Il processo di marketing Agile può creare nuove reti all'interno dell’azienda.

Per il team di marketing Agile, il processo di realizzazione di una campagna si basa sulla comunicazione e sulla collaborazione.

Successo quantificabile

A ogni iterazione, saranno raccolti e analizzati gli indicatori chiave di prestazione (KPI). I KPI includono dati quantitativi come le statistiche di vendita o di coinvolgimento online, nonché feedback qualitativi come i risultati di sondaggi o questionari.

Il monitoraggio di questi indicatori consente risposte agili e un miglioramento continuo della qualità della campagna.

Metodologie del marketing Agile: Scrum, Kanban e Scrumban

Ci sono vari approcci al marketing Agile, ma iniziamo con le tre metodologie principali per la gestione dei progetti.

Metodologia Scrum

Il termine “scrum” è molto noto nello sviluppo di software, ma in realtà deriva dal rugby. Uno scrum descrive un momento del gioco in cui entrambe le squadre hanno i giocatori che collegano le braccia e spingono contro la squadra avversaria per acquisire il possesso della palla.

Nella metodologia Scrum, un’iterazione è nota come sprint. Proprio come nel rugby, i giocatori escono dal loro incontro con un piano di gioco o una serie di tattiche per garantire che il loro sprint verso l’obiettivo sia il più fluido possibile.

Scrum è sicuramente il sistema più rigidamente strutturato dei tre, ma se implementato correttamente, può essere estremamente efficace. Scrum ha due componenti fondamentali: le quattro cerimonie e i ruoli del team.

Le quattro cerimonie

Ci sono quattro tipi di cerimonie, o riunioni del team, in Scrum, che sono alla base del ciclo di vita di uno sprint, garantendo progressi con ogni iterazione. Ecco i nomi delle quattro cerimonie che gli esperti di marketing utilizzano con Scrum:

  1. Pianificazione sprint
  2. Scrum giornaliero
  3. Revisione
  4. Retrospettiva

1. Riunione di pianificazione Sprint

La prima cerimonia è la riunione di pianificazione del team per lo sprint. Una buona regola generale per programmare in modo efficace una riunione di pianificazione dello sprint è quella di ridurre il tempo relativo alla sua durata, circa un'ora per ogni settimana. Poiché gli sprint solitamente durano due settimane, la maggior parte delle riunioni di pianificazione degli sprint dovrebbe durare circa due ore.

In questa riunione, i membri del team analizzano il lavoro che è stato loro assegnato, noto come backlog. Quindi, sceglieranno quali attività di backlog devono essere completate entro le due settimane successive. Infine, il team discuterà di come ciascuna attività verrà svolta stimando il tempo o lo sforzo necessario per completare l’attività.

Questo sistema consente di stimare la produttività del team su più sprint. La riunione di pianificazione consente inoltre ai membri del team di analizzare se qualcosa possa influire sull’efficacia di un dato sprint, come le interruzioni esterne, aiutando così il team a fare previsioni più accurate e ad adattarsi meglio in futuro.

2. Scrum giornaliero

Lo scrum giornaliero è una breve riunione, di solito intorno ai quindici minuti, in cui ogni membro del team può intervenire e comunicare agli altri cosa ha ottenuto il giorno prima, se sta riscontrando difficoltà e qual è il suo piano per la giornata.

Non solo lo scrum quotidiano responsabilizza tutti, ma li aiuta anche a sentirsi supportati nei momenti difficili, offrendo l’opportunità di celebrare i momenti di successo.

3. Revisione

Al termine di ogni sprint, il team Scrum presenta il proprio lavoro al resto dell’azienda. Il reparto Marketing riceve un feedback diretto dai colleghi e lo tiene in considerazione nella riunione di pianificazione successiva.

4. Retrospettiva

La cerimonia retrospettiva è quando il team Scrum discute di cosa è andato bene e cosa deve essere cambiato, senza preoccuparsi di cosa potrebbe pensare il resto dell’azienda.

È fondamentale che ogni membro del team partecipi e ascolti gli altri. Alcuni team utilizzano un formato in cui ogni persona presenta i propri pensieri, ma è consigliabile avere un moderatore. Ciò contribuirà a garantire che le informazioni di ogni persona siano prese in considerazione, anche durante un dibattito.

Ruoli all’interno di un team Scrum

I team Scrum di solito hanno tre ruoli chiave: uno Scrum Master, un Product Owner e un team di Developer. Per la maggior parte delle aziende più grandi, un team di sette composto da cinque Developer che lavorano insieme a Scrum Master e Product Owner sarà ideale.

Anche per progetti più piccoli, è consigliabile avere un gruppo minimo di cinque persone, altrimenti non ci saranno Developer a sufficienza per sfruttare al meglio la metodologia Scrum.

Scrum Master

Alcune aziende assumono uno Scrum Master dedicato, ma per molti team di marketing l’opzione migliore è quella di formare un paio di dipendenti che assumano a turno tale ruolo.

Gli Scrum Master organizzano e spesso gestiscono le quattro cerimonie Scrum. Lavorano come project manager, tenendo sotto controllo il processo di sprint mentre si sviluppa.

Product Owner

Il Product Owner (PO) è responsabile di garantire che il team Scrum produca risultati ottimali. Gestiscono le richieste del reparto Marketing del resto dell’azienda.

In un’agenzia, il PO segue il lavoro del cliente e garantisce che sia distribuito correttamente a tutto il team.

Il PO aggiorna anche il backlog del lavoro e informa il team sulle scadenze di ogni progetto, dando priorità al lavoro più urgente.

Developer

Il titolo di Developer deriva dallo sviluppo software, quindi potrebbe essere più accurato chiamare gli altri membri del team Scrum “marketer”, ma la scelta spetta a te.

Scrum Master e PO si occupano dell’organizzazione e dell’amministrazione dello sprint, in modo che gli esperti di marketing siano in grado di eseguire gli sprint e affrontare le attività con quel che hanno a disposizione.

Quali team sono più adatti alla metodologia Scrum?

Quello Scrum è un ottimo approccio di marketing tattico, ideale per tipologie di team specifiche.

Team da 4 a 9

La metodologia Scrum è pensata per team di circa 4-9 Agile marketer. Al di sotto dei 4 membri, il team non può essere autosufficiente; oltre i 9, è difficile per tutti essere ascoltati.

Team interfunzionali

I team interfunzionali sono multidisciplinari, quindi ognuno ha una sua esperienza e una varietà di competenze. Ciò significa che può completare un’attività nella sua interezza senza dover passare attraverso altri reparti, rendendo il team molto più efficiente.

Team con frequenti interruzioni

La struttura rigida della metodologia Scrum funziona bene per i team che spesso gestiscono interruzioni ed emergenze esterne, in quanto consente una comunicazione continua senza perdere l’attenzione sulle attività da svolgere.

Kanban

La metodologia Kanban è meno routinaria rispetto a quella Scrum. Si concentra sulla pianificazione e sulla gestione del tempo per migliorare l’efficienza, che segue i valori fondamentali del processo Agile.

Scheda Kanban

In giapponese, Kanban si traduce approssimativamente come cartellone o tabellone, concetto fondamentale per questo approccio Agile. Il tabellone Kanban è uno schema fisico/digitale con ogni fase del processo di marketing assegnato a una colonna. Man mano che gli esperti di marketing superano ogni fase, le attività progrediscono da una colonna all’altra.

Cerca di non creare troppe colonne o il tabellone diventerà troppo impegnativo: il numero ideale è tra 3 e 7. Ecco alcuni esempi di ciò che ogni colonna potrebbe includere:

  • Backlog
  • Prossimamente
  • In corso
  • In revisione
  • Completato

Non includere colonne per i processi al di fuori del team Agile principale. Ad esempio, se devi regolarmente consultare il lavoro dell’Ufficio legale, non hai bisogno di una colonna dedicata. Dal momento che non controlli la velocità di ogni processo, qualsiasi processo irrilevante può rappresentare un collo di bottiglia nel sistema e rallentare il flusso di lavoro a livello generale.

Quando tutto il lavoro del team viene presentato visivamente sul tabellone, puoi scoprire il punto in cui il flusso di lavoro sta rallentando e gestirlo. Potrai anche affrontare adeguatamente comunicazione e collaborazione; tutti possono vedere a colpo d’occhio dove si trovano gli altri membri e dove lavorare insieme potrebbe aiutare a far avanzare le cose.

Limiti Work-in-process (WIP)

Il tabellone è un ottimo strumento in sé, ma è solo una parte della metodologia Kanban. Uno dei vantaggi di Kanban è la pratica dei limiti di Work-in-process (WIP), dove può esserci solo un certo numero di attività in corso (ovvero, sul tabellone) in un dato momento.

Quando ci sono troppe poche attività, i membri del team non hanno abbastanza lavoro per occupare il loro tempo, ma con troppe cose, alcune rimangono sul tabellone troppo a lungo, creando pressione senza aumentare la produttività. I limiti WIP aiutano invece a far lavorare bene il team.

Tempo libero

Se il WIP è corretto, i membri del team non resteranno inattivi, ma non saranno sempre sotto pressione per il compito successivo. Questi momenti più tranquilli sono noti come tempo libero.

Laddove Scrum prevede un’enorme quantità di tempo di revisione, il tempo libero consente ai team Kanban di fare il punto della situazione e decidere come modificare l’approccio individuale prima di comunicarlo al gruppo. Questo è un altro ottimo strumento di regolazione per garantire un miglioramento continuo.

Politiche chiare

Kanban non ha le cerimonie e i ruoli chiari di Scrum, ma come con qualsiasi metodologia Agile, delle politiche definite sono essenziali.

Cadenze

Una delle politiche che devono essere chiaramente definite è la cadenza di ogni progetto. Senza una serie di sprint Scrum, la struttura temporale delle revisioni e delle analisi deve essere chiaramente definita. Ciò non deve essere basato sui blocchi temporali, come l’iterazione di due settimane in Scrum.

Le cadenze di Kanban possono situarsi intorno alle due estremità del tabellone, quando il backlog è diminuito fino a un certo punto o quando un determinato numero di attività è stato completato.

Detto questo, sarà meglio continuare a tenere una riunione giornaliera di 15 minuti per consultare tutti, vedere cosa hanno fatto per le attività in questione e segnalare eventuali problemi che potrebbero causare l’accumulo di elementi in una colonna particolare.

Tipologie di categorizzazione

Decidere quali attività hanno la priorità in tabellone richiede la classificazione delle attività, o degli elementi, in diversi tipi a seconda della rapidità con cui l’attività deve essere completata. Ogni tipologia avrà una particolare politica su come progredire nel tabellone.

Le quattro categorie più comuni utilizzate sono Standard, Data di consegna fissa, Veloce e Intangibile:

  • Standard: attività che non hanno una data di scadenza specifica o non sono urgenti. Di solito vengono completate secondo il principio primo a entrare, primo a uscire (First In First Out, FIFO).
  • Data di consegna fissa: simile alla Standard, ma le sue attività devono essere completate entro una data specifica.
  • Veloce: attività che sono la massima priorità e devono essere affrontate immediatamente.
  • Intangibile: attività a lungo termine che includono ottimizzazione e miglioramento della qualità. Anche se non sono urgenti come altre categorie, sono essenziali per far funzionare le cose senza intoppi.

Le attività possono modificare categorie con requisiti esterni: ad esempio, a un’attività precedentemente Intangibile potrebbe essere assegnata una scadenza e passare alla categoria Data fissa.

Quali team sono più adatti alla metodologia Kanban?

Laddove Scrum ha una struttura piuttosto rigida, Kanban è più flessibile e si presta ad avere configurazioni di team leggermente diverse.

Team di marketing di qualsiasi dimensione

Kanban è scalabile; anche una sola persona può implementare Kanban per gestire il proprio flusso di lavoro. Per un team Agile più grande con vari punti focali, è possibile utilizzare più tabelloni Kanban.

Team di marketing che non sono interfunzionali

Kanban funziona meglio con progetti che non vengono completati interamente da un team interfunzionale e richiedono invece l’intervento di freelance o altri reparti. Kanban consente un approccio Agile in situazioni in cui il sistema Scrum potrebbe non funzionare.

Reparti di marketing sovraccarichi

C’è molto da imparare con Scrum, dalla terminologia alle tempistiche. Gli Scrum Master sono tenuti a seguire un corso di formazione accreditato, mentre i reparti di marketing Kanban non richiedono una formazione specifica.

Se i team di marketing che sono hanno già un eccessivo carico di lavoro non hanno tempo per i corsi di formazione, possono implementare Kanban senza rallentare le proprie attività.

Risultati rapidi

Poiché Kanban è progettato per supportare il tuo approccio corrente, inizierai a vedere i risultati della metodologia Agile più rapidamente. È un ottimo modo per far comprendere alcuni principi fondamentali del marketing Agile al tuo team, oltre a dimostrarne i vantaggi a chi ha dubbi al riguardo.

Scrumban

Scrumban, come suggerisce il nome, è la combinazione delle metodologie Scrum e Kanban. Originariamente è stato usato per passare da Scrum a Kanban, quando quest’ultimo è diventato popolare. Oggi, viene spesso impiegato per creare un quadro di riferimento Agile personalizzato, prendendo il meglio da ciascun sistema.

Metodologie Agile combinate

Scrum e Kanban sono assolutamente compatibili. Spesso, team di marketing Agile più navigati seguiranno il sistema sprint di Scrum e utilizzeranno un tabellone Kanban per gestire il flusso di lavoro. Prendere ciò che più si adatta al tuo team ti consente di ottenere il meglio da entrambi e offre un reale vantaggio competitivo.

Quali team sono più adatti alla metodologia Scrumban?

Scrumban è in ultima analisi molto personalizzabile, quindi funziona per team di svariate dimensioni e diversi tipi di lavoro. Ma ci sono un paio di limitazioni, soprattutto se stai appena iniziando.

Team di marketing Agile con una certa esperienza

Scrumban è ideale per i team di marketing che conoscano i framework Agile. In caso contrario, implementare così tanti cambiamenti in una sola volta può essere impegnativo ed è improbabile che aiuti se il tuo team è già esaurito o sovraccarico. Avrai bisogno di una base stabile con esperienza sufficiente per iniziare.

Detto questo, se il tuo team conosce il marketing Agile ed è pronto al cambiamento, Scrumban può aiutarti a ottenere il massimo da tutto ciò che questa metodologia ha da offrire.

Implementa correttamente il marketing Agile

La maggior parte dei team di marketing moderni utilizza già alcune pratiche agili senza rendersene conto. Detto questo, passare consapevolmente a un framework Agile più formale richiede strumenti di ricerca, lavoro di squadra e gestione.

Comprendi il processo di marketing Agile

Sapere come funzionano i framework Agile è solo il primo passo. C’è una grande quantità di informazioni, ma l’importante è scegliere una struttura realistica rispetto al punto in cui si trova il tuo team, che si adatti ai tuoi progetti in corso. In questo modo, otterrai il massimo dal cambiamento della tua strategia di marketing.

Crea un team di marketing Agile di successo

Il team è al centro del lavoro di marketing Agile. Assicurarsi che siano ben preparati per il cambiamento dal precedente approccio di gestione dei progetti ai metodi agili è fondamentale per il successo.

Offri ai membri del team maggiore autonomia

Nel marketing Agile, cerchi idealmente un team creativo completamente autosufficiente a livello di interfunzionale, capace di completare ogni attività senza dover inviare il lavoro ad altri reparti. Anche quando ciò non è possibile, è importante ridurre al minimo la burocrazia per mantenere le cose in movimento.

Contare su ogni membro del team senza necessità di monitorarlo gli consentirà di svolgere al meglio il suo lavoro, soprattutto quando si discute apertamente di velocità e produttività. Incoraggialo a utilizzare tutto il tempo disponibile per riflettere su come migliorare il progetto.

Sviluppa competenze T-shaped

Se hai fiducia nel fatto che il tuo team può lavorare in modo autonomo, devi assicurarti che abbia l’esperienza necessaria per portare a termine ogni progetto. Uno dei modi migliori per costruire l’interfunzionalità necessaria a tal fine è promuovere competenze T-shaped nel tuo team.

La T indica in questo caso due assi. L'asse orizzontale, o asse x, rappresenta una vasta gamma di conoscenze e competenze, mentre l’asse y verticale mostra il livello di esperienza e competenza in una particolare disciplina. Per un team di marketing Agile, l’ideale è riunire delle persone che condividono una vasta gamma di conoscenze ma hanno diverse aree di competenza.

Crea un team di sostegno

Il team Agile principale è composto da professionisti del marketing che producono campagne complete. All’interno di una realtà più grande, può essere utile avere un team di sostegno separato per incoraggiare il supporto del resto dell’organizzazione.

Secondo la metodologia Scrum, il team di sostegno può anche collaborare con il Product Owner per facilitare la comunicazione con altri reparti. Coinvolgere l’azienda nel suo complesso è essenziale per una transizione di successo al sistema Agile.

Implementa un programma pilota

Un altro ottimo modo per coinvolgere il resto dell’azienda è attraverso un programma pilota. Si tratta di un esperimento a basso rischio che utilizza un approccio Agile, che può aiutare a formare i dipendenti e mostrare al resto dell’azienda il potere di tali metodologie nella trasformazione dei team di marketing.

Utilizza strumenti di project management

Il marketing Agile funziona in base a organizzazione e collaborazione. Per fortuna ci sono tantissimi strumenti di marketing digitale a disposizione, tutti con una particolare attenzione alle pratiche Agile.

Servizio di gestione del lavoro integrato

Riunire tutti gli elementi del lavoro del team in un unico punto aiuta tutti a comunicare e semplifica il flusso di informazioni. Nel marketing moderno, dove ci sono così tanti dati da gestire, l’integrazione è essenziale.

Ci sono molti servizi di gestione del lavoro creati con un approccio Agile. Quando dovrai decidere, tieni in considerazione:

  • Requisiti, tra cui dimensioni del team, scalabilità, accesso degli ospiti e sicurezza
  • Limitazioni, come budget e archiviazione
  • Test con il team e analisi dei feedback prima di un impegno

Infine, verifica se il tuo servizio di gestione del lavoro integrato è compatibile con altre applicazioni o sistemi software utili, inclusi quelli che usi già. Questi servizi ti consentono di integrare ogni aspetto del tuo flusso di lavoro; può trattarsi di tutto, dalle email ai calendari, fino ai social media.

Piattaforma del tabellone Kanban

Un esempio di strumenti di project management da integrare nel servizio di gestione prescelto è una piattaforma del tabellone Kanban. Queste app spesso offrono modelli specifici per settore, in modo da guidarti attraverso le prime fasi dell’implementazione di marketing Agile.

Piattaforma di gestione della relazione con il cliente (CRM)

I software per la gestione delle relazioni con i clienti non si concentrano sulla comunicazione all’interno del team Agile, ma sulla gestione dei dati dalle interazioni con i clienti. Come tecnologia di marketing chiave, puoi archiviare, monitorare e analizzare enormi quantità di informazioni, dal coinvolgimento nelle vendite e nel content marketing al traffico di email e siti web.

Molte di queste piattaforme CRM, tra cui Mailchimp, possono essere integrate con i servizi di gestione del lavoro in modo che il tuo team possa rivedere e personalizzare costantemente le proprie attività di marketing con informazioni aggiornate. La customer discovery è essenziale per una strategia di marketing Agile.

Adotta subito il marketing Agile

I framework di marketing Agile si concentrano tutti sulla soddisfazione dei clienti, sulle campagne iterative e sui dati. Sempre più agenzie di marketing abbandonano gli approcci tradizionali a favore delle pratiche di marketing Agile per promuovere la crescita e ottenere risultati. Ora puoi farlo anche tu.

Condividi questo articolo