Passa al contenuto principale

Salve! Le prove gratute sono disponibili per i piani Standard ed Essentials. Inizia gratuitamente oggi.

Ciclo di vita del prodotto: spiegazione delle quattro fasi

Le quattro fasi del ciclo di vita del prodotto sono presentazione, crescita, maturità e declino. Scopri come sfruttare questo concetto nella tua strategia aziendale.

Vuoi creare un prodotto di successo? In tal caso, è necessario che tu sappia che cos’è il ciclo di vita del prodotto.

Il ciclo di vita del prodotto ti aiuta a tracciare la vita di un prodotto dall’inizio alla fine. In principio, ti impegni per sviluppare un nuovo prodotto. Alla fine, il tuo prodotto viene sostituito sul mercato da un prodotto migliore.

Ci sono molti esempi di ciclo di vita del prodotto in circolazione e alcuni di questi sono suddivisi in quattro fasi di ciclo di vita del prodotto. Alcuni modelli, invece, prevedono sei fasi del ciclo di vita del prodotto. La teoria del ciclo di vita del prodotto è, per l’appunto, solo una teoria, ma è comunque importante capire quale modello è più indicato per i prodotti e i servizi che offri.

Mentre ti concentri su diverse strategie di crescita del prodotto, devi pensare attentamente a come la teoria del ciclo di vita del prodotto si applica ai prodotti e ai servizi che fornisci.

Acquisisci una migliore comprensione del ciclo di vita del prodotto e assicurati di posizionare il tuo prodotto in modo tale da soddisfare le esigenze del tuo mercato target.

Che cos’è il ciclo di vita del prodotto?

Il ciclo di vita del prodotto viene utilizzato per suddividere la vita di un prodotto dall’inizio alla fine. Nella prima fase, il prodotto viene immaginato per la prima volta.

Quindi, viene introdotto sul mercato. Il prodotto deve trovare la sua posizione nel mercato in modo da ottimizzare la sua quota potenziale. Prima o poi, il prodotto comincia a raggiungere la fase di declino a seguito dell’introduzione di opzioni migliori.

A prescindere da quanto sia valido il prodotto, prima o poi uscirà dal mercato. Ciò non significa necessariamente che il tuo prodotto uscirà dal mercato nel giro di poco tempo, ma piuttosto che il mercato prima o poi diventa saturo.

Poi, man mano che la concorrenza aumenterà, la domanda comincerà a calare. Anche le tue vendite potrebbero iniziare a diminuire. Pertanto, è importante avere una mappa del ciclo di vita del prodotto per i prodotti che offri. In questo modo, potrai monitorare il percorso del tuo prodotto dall’inizio alla fine.

Le quattro fasi del ciclo di vita di un prodotto

Se consulti le strategie di marketing per le piccole imprese, probabilmente vedrai quattro fasi distinte per il ciclo di vita del prodotto. Sapere in quale fase si trova il tuo prodotto può essere utile per capire come rispondere con la tua strategia di marketing.

Le fasi del ciclo di vita del prodotto comprendono:

Fase di sviluppo

La prima fase del ciclo di vita del prodotto è la fase di sviluppo. Questo è il processo che serve a capire che tipo di prodotto vuoi introdurre sul mercato.

Ad esempio, in questa fase magari puoi svolgere delle ricerche di mercato per capire quali sono le opportunità di crescita potenziale. A questo punto, puoi esaminare le capacità della tua azienda per capire come creare un prodotto pensato per rispondere a queste esigenze.

Durante questa fase, è possibile che vengano eseguiti molti test e devi impegnarti a fondo per capire che prodotto lanciare. In base alla ricerca che hai condotto, personalizza il tuo prodotto in modo da rispondere ai problemi dei clienti prima di lanciarlo.

Fase di crescita

Dopo che hai introdotto il tuo prodotto per la prima volta sul mercato, questo comincia a diventare più popolare. Devi concentrarti sulla tua strategia promozionale e sulmarketing di crescita per generare il maggior interesse possibile.

Man mano che il prodotto diventa più popolare, le vendite online cominciano ad aumentare. Le altre aziende iniziano a notare il prodotto che hai lanciato e magari cambiano la loro strategia di marketing per cercare di assorbire alcune delle tue vendite.

Man mano che il mercato del tuo prodotto si espande, puoi modificare alcune delle sue funzionalità. In questo modo, puoi renderlo più attraente in base al feedback che hai ricevuto dai clienti.

Fase di maturità

Man mano che il settore inizia a raggiungere la saturazione del mercato, si arriva alla fase di maturità. Questo è un indizio che stai diventando più concorrenziale sul mercato e ora devi dedicare più energie a contrastare la concorrenza.

Puoi anche notare che le vendite iniziano a rallentare. Magari non diminuiscono, ma non aumentano nemmeno così velocemente come prima. Puoi investire in pacchetti di prodotti per convincere più persone ad acquistare il prodotto che vendi.

Fase di rifiuto

Anche se fai tutto il possibile per mantenere vivo il tuo prodotto, comprese le raccomandazioni, è inevitabile che vada incontro a un certo declino.

Nessun prodotto rimane sul mercato per sempre. Magari ti renderai conto che i costi operativi sono troppo elevati, oppure che ci sono prodotti migliori in arrivo sul mercato.

Quando un prodotto ha raggiunto questa fase, la tua quota di mercato inizia a diminuire e la concorrenza comincia a deteriorare. Forse ti renderai anche conto che è il comportamento dei consumatori a essere cambiato e che non sono più in molti a essere interessati al prodotto.

Questa è solo una panoramica generale del ciclo di vita di un prodotto. Non c’è modo di stabilire quanto durerà ciascuna di queste fasi.

Ci sono alcuni prodotti che possono rimanere sul mercato per alcuni mesi e altri prodotti che rimangono sul mercato per decenni. Se calcoli il ciclo di vita del prodotto, ti sarà più facile capire come rispondere a determinate situazioni.

Perché il ciclo di vita del prodotto è utile per gli esperti di marketing?

Il ciclo di vita del prodotto è utile per gli esperti di marketing perché ti aiuta a capire quali strategie di marketing utilizzare in situazioni specifiche.

Ad esempio, puoi utilizzare il ciclo di vita del prodotto come strumento di previsione e pianificazione. Se hai lanciato un prodotto simile in passato, forse puoi utilizzarlo per creare il ciclo di vita del prodotto per una versione futura.

A questo punto, puoi decidere quali strategie di marketing utilizzare in situazioni specifiche.

Puoi anche usare uno strumento per il ciclo di vita del prodotto che ti aiuti a stimare profitti ed entrate. Ad esempio, se sai che un prodotto specifico ha seguito un ciclo di vita simile in passato, magari puoi dare un’occhiata alle entrate che questo ha generato.

A questo punto, puoi tracciare il tuo nuovo prodotto nel tempo e stimare le entrate che puoi generare in situazioni specifiche. L’intero scopo del ciclo di vita del prodotto è creare un po’ di chiarezza in una situazione sconosciuta, il che ti aiuta a massimizzare il valore di ogni prodotto che lanci.

Quali sono gli inconvenienti del modello del ciclo di vita del prodotto?

Il modello del ciclo di vita del prodotto presenta alcuni inconvenienti significativi. Il primo inconveniente è che non è sempre desiderabile farsi limitare da un ciclo specifico. Prevedere l’evoluzione del ciclo di vita del prodotto può essere molto difficile e, se ti aspetti un fenomeno ma invece se ne verifica un altro, potresti non sapere necessariamente come rispondere.

Un altro inconveniente significativo nel modello del ciclo di vita del prodotto è che non sai mai quanto tempo il tuo prodotto trascorrerà in ogni singola fase. Anche se potrebbe essere utile dare un’occhiata alle prestazioni di prodotti simili in passato, i settori possono cambiare rapidamente. Capire quando il tuo prodotto sta per passare a un’altra fase può essere difficile, così come è difficile reagire di conseguenza.

Ecco perché è importante riesaminare il tuo modello del ciclo di vita del prodotto di tanto in tanto e rivalutarlo, se necessario.

Esempi di ciclo di vita del prodotto

Forse ti può essere utile dare un’occhiata a esempi specifici del ciclo di vita di un prodotto. Prendiamo in considerazione un esempio significativo come il DVD.

Quando il DVD è stato sviluppato per la prima volta, questo prodotto è stato progettato per sostituire le cassette VHS. Le cassette VHS presentavano una serie di punti deboli che andavano risolti. Uno degli svantaggi principali era che il riavvolgimento delle cassette VHS richiedeva molto tempo.

Ed è qui che l’utilità dei DVD è diventata evidente. Con un DVD, è possibile passare immediatamente a un capitolo specifico. Non è necessario riavvolgere manualmente il DVD. Quando i DVD sono stati lanciati sul mercato, hanno goduto di una fase di crescita significativa e hanno raggiunto la maturità nel giro di pochi anni.

Per diversi anni, i DVD sono stati al centro del mercato. Praticamente tutti i film mai realizzati sono stati trasferiti su DVD o Blu-ray, un formato simile. Anche se le aziende di DVD hanno lavorato sodo per mantenere i loro prodotti sul mercato, alla fine questi sono entrati in una fase di declino.

In questo caso, il declino dei DVD è cominciato quando i servizi di streaming sono diventati più popolari. Questi, infatti, hanno permesso di scaricare un film in tutta libertà o addirittura guardarlo in streaming.

All’improvviso, non era più necessario spendere 20 USD per acquistare un DVD, soprattutto visto che questo formato occupava molto spazio sulle mensole.

Dall’aver soppiantato le cassette VHS all’essere soppiantato a sua volta dai servizi di streaming, l’intero ciclo di vita del prodotto DVD è durato solo alcuni anni. A volte, il ciclo di vita del prodotto può essere molto breve.

Usa Mailchimp per promuovere i tuoi prodotti

Visto che non è mai possibile prevedere per quanto tempo il tuo prodotto continuerà a essere sul mercato, devi sfruttare appieno ogni strumento di marketing a tua disposizione.

Ad esempio, puoi esplorare i blocchi di prodotti Mailchimp, che ti aiutano a personalizzare la tua strategia di marketing in base alle tue esigenze.

Se valuti attentamente come rispondere alle diverse fasi del ciclo di vita del prodotto, puoi massimizzare le entrate che questo è in grado di generare.

Condividi questo articolo