Passa al contenuto principale

Salve! Le prove gratute sono disponibili per i piani Standard ed Essentials. Inizia gratuitamente oggi.

I vantaggi di un sondaggio sull’onboarding dei clienti

Migliora il processo di onboarding grazie al feedback dei clienti. Utilizza questa guida per scoprire come sfruttare i sondaggi di onboarding dei clienti.

Quando inizi a lavorare con un nuovo cliente, grande impegno viene dedicato all’onboarding.

In molti casi, è necessaria una comunicazione efficace durante l’intero processo per garantire che entrambe le parti sappiano esattamente cosa aspettarsi l’una dall’altra, ridurre i conflitti e, soprattutto, minimizzare la perdita di ricavi dovuta all’abbandono dei clienti.

Quel forse non sai è che c’è uno strumento semplice che può avviare le tue comunicazioni di onboarding. Si tratta del sondaggio sull’onboarding dei clienti ed è un facile metodo per migliorare questo processo nella tua azienda.

Che cos’è un sondaggio sull’onboarding dei clienti?

Si tratta di un sondaggio che invii ai nuovi clienti prima di approfondire il processo di onboarding, che il 96% delle aziende considera vitale per la propria crescita. Lo scopo è raccogliere informazioni sui clienti e sulle loro operazioni in modo da adattarsi di conseguenza e creare le strategie più opportune. Questi tipi di sondaggio sono noti anche come questionari di onboarding dei clienti e sono simili ai sondaggi di onboarding dei dipendenti.

In generale, raccoglierai informazioni sul cliente. Ciò includerà elementi essenziali come le informazioni di contatto, oltre a elementi più avanzati come l’attuale strategia di marketing e specifiche relative alle informazioni del progetto in corso.

Non esiste un sondaggio perfetto e universale per tutti i clienti e i progetti. Occorre dunque personalizzare il sondaggio per assicurarsi di avere tutte le informazioni necessarie per procedere.

Vale la pena notare che questi sondaggi funzionano perfettamente in una serie di email di benvenuto.

Vantaggi dell’utilizzo di un sondaggio di onboarding per i clienti

Ora che hai una migliore comprensione dei sondaggi di onboarding dei clienti, potresti avere interesse a usufruire dei vantaggi di questi questionari. I sondaggi riguardano la comunicazione: vuoi rompere il ghiaccio con il cliente in modo utile ed efficace.

Quando scrivi un’email di benvenuto per i nuovi clienti, puoi anche inserirvi il sondaggio.

Sfruttando appieno un questionario di onboarding del cliente, puoi semplificare alcune operazioni nella tua azienda. Un sondaggio può anche aiutarti a comprendere i tuoi clienti, migliorare le tue interazioni con loro e migliorare il tuo processo di onboarding nel suo complesso.

Comprendi meglio i tuoi clienti

Questa è la funzione principale del sondaggio. Stai cercando di conoscere il tuo cliente in modo da potere personalizzare il tuo onboarding di conseguenza.

Le informazioni di base parlano da sole. In questo modo, stabilirai i principali canali di comunicazione per l’intera impresa.

Domande specifiche possono ridurre il numero di livelli operativi e aiutarti a comprendere appieno l’infrastruttura del cliente. Questo ti consente di pensare alla formazione dei clienti, alla distribuzione delle risorse, alle tempistiche e altro ancora creando il processo di onboarding.

In generale, conoscere la tua clientela è il fondamento di una collaborazione professionale ottimale.

Migliora le interazioni con i clienti

È un aspetto facile da trascurare, ma uno dei vantaggi dell’utilizzo di un sondaggio è migliorare le interazioni con i clienti. Una volta ottenute le informazioni del sondaggio, puoi passare direttamente alle discussioni più importanti.

Immagina due scenari. In primo luogo, incontri il cliente per parlare delle sue attività. Stai utilizzando la riunione per conoscerli meglio, sapendo che la tua strategia e il tuo processo di onboarding dipenderanno da questa conversazione.

Nel secondo scenario, hai la stessa riunione contemporaneamente all’interazione con il cliente, ma invece di porre domande, stai già dando suggerimenti. Puoi dire loro: “Poiché stai già spendendo il 20% del tuo budget di marketing per gli annunci Facebook, vogliamo lanciare un programma Instagram che trarrà immediatamente vantaggio da tale spesa”.

Si tratta di un esempio specifico, ma evidenzia come è possibile andare al dunque, risparmiare tempo e stupire il cliente attraverso la comprensione della sua attività. Il sondaggio migliora il valore delle tue interazioni con il cliente e ti aiuta a raggiungere il customer success facendoti risparmiare tempo e risorse preziose.

Migliora il tuo programma di onboarding

Un sondaggio di onboarding dei clienti difficilmente sarà perfetto al primo colpo. Farai alcune domande poco importanti e ti lascerai sfuggire elementi che invece lo sono.

Non preoccuparti, però: queste incertezze si riveleranno preziose. Innanzitutto, imparerai a conoscere ciascuno dei tuoi clienti, il che può aiutarti a comprendere i clienti futuri. In secondo luogo, modificherai i tuoi sondaggi e il modo in cui li utilizzi, rendendoli ancora più utili in futuro. In entrambi i casi, ti basi sul feedback positivo e negativo ricevuto per trovare opportunità e perfezionare il tuo processo.

Si tratta di un duplice vantaggio che ti aiuta ad ampliare la tua comprensione di ogni cliente migliorando al contempo l’esperienza di onboarding, rendendo così più facile aumentare la fidelizzazione dei clienti.

Domande da includere nel sondaggio sull’onboarding dei clienti

Se questi vantaggi sembrano allettanti, potresti prendere in considerazione la creazione di un sondaggio di feedback sull’onboarding per vedere se funzionerà per il tuo modello di business.

Qualcosa che può aiutarti in quest’area è pensare alle domande da includere nel tuo sondaggio. Solitamente le domande si dividono in quattro categorie:

  • Informazioni sul cliente
  • Informazioni specifiche sull’azienda
  • Informazioni di marketing
  • Informazioni incentrate sul progetto

Come le domande del sondaggio di onboarding dei dipendenti, le domande in ogni sezione saranno sostanzialmente diverse, quindi esaminiamo gli obiettivi di ogni tipo di domanda e diamo un’occhiata ad alcuni esempi.

Informazioni sul cliente

Questo è il punto di partenza in cui scopri le loro forme di comunicazione preferite. È qui che ottieni le informazioni essenziali su come opera il tuo cliente. Scopri dove si trova, quali social media utilizza: tutte le info di base, insomma.

Con queste informazioni, puoi approfondire la tua conoscenza del cliente. Puoi esplorare il suo sito web e i social per saperne di più, e ottenere i nomi dei contatti chiave per ottenere dettagli su queste persone.

Queste domande sono in pratica il primo approccio.

Informazioni specifiche sull’azienda

È qui che inizi ad approfondire, conoscendo la filosofia aziendale e alcuni dei modi specifici in cui operano i clienti. Ecco alcune domande di esempio per farti un’idea:

  • Qual è la visione del tuo brand?
  • Chi è il tuo pubblico principale?
  • Hai concorrenti principali?
  • Come stai cercando di superare la concorrenza?
  • Quante persone impieghi?
  • Quali sono alcuni obiettivi futuri per l’azienda?

  Stai cercando di conoscere l’azienda come una persona, per così dire. Vuoi vedere cosa sta facendo attualmente e dove vuole andare. Questo aiuta a plasmare il modo migliore per avvicinarsi all’azienda con le tue idee e i tuoi suggerimenti.

Informazioni di marketing

Scendiamo ancora più in dettaglio. Le domande di marketing vanno dritto al punto. Come stai cercando di far crescere il tuo pubblico? Ecco alcune domande di esempio per il tuo questionario:

  • Quali sono i tuoi canali di marketing principali?
  • Come assegni il tuo budget di marketing?
  • Qual è il tuo budget di marketing?
  • Quali sono i tuoi punti di forza e di debolezza nel marketing?

Ancora una volta, questa è solo la punta dell’iceberg. Pensa a ciò che devi davvero sapere sul loro processo di marketing, quindi fai una domanda chiara al riguardo.

Informazioni incentrate sul progetto

Il questionario può anche esaminare il progetto di un cliente. Ad esempio, magari stai collaborando con un’azienda per creare l’infrastruttura di comunicazione per un nuovo lancio del servizio clienti. Si tratta di un grande progetto ed entrambe i partner avranno molto da fare. Quindi, cosa puoi chiedere loro in un questionario per facilitare l’onboarding? Ecco alcuni suggerimenti:

  • Quali sono le metriche specifiche che monitorerai per questo progetto?
  • Qual è l’obiettivo generale del progetto?
  • Qual è il budget?
  • Qual è la scadenza?

Oltre a queste domande generiche, ne farai alcune specifiche per il progetto. A seconda dell’attività, probabilmente vorrai fare domande sulle risorse, come quante persone stanno lavorando al progetto, che tipo di spazio è assegnato e quali strumenti sono già disponibili.

Best practice per i questionari di onboarding dei clienti

Le domande di esempio dovrebbero aiutarti a pensare a come creare i tuoi questionari di onboarding, ma ci sono alcune best practice che vale anche la pena ricordare.

Innanzitutto, mantieni la semplicità. Anche se vuoi scendere in dettaglio su azienda e progetto per avere il massimo dal questionario, avere troppe domande e richieste poco chiare può portare i clienti a non completare il sondaggio. Quindi, concentrati su ciò che conta di più.

In secondo luogo, utilizza un template. È un modo semplice per organizzare il questionario e puoi assicurarti che il sondaggio sia coerente, rendendo più facile mantenere l’immagine del tuo brand e ottenere risposte adeguate.

Terzo, adotta un approccio dinamico. Sai già che il miglioramento continuo fa parte della gestione di un’attività e questo vale anche per i sondaggi di onboarding. Presta attenzione alla loro utilità e ricava insegnamenti da ogni questionario e dal tuo programma di onboarding. Questo potrà soltanto farti crescere.

Quarto, invia il sondaggio al momento giusto. Idealmente, vuoi sapere tutto ciò che puoi sul cliente prima di iniziare il processo di onboarding. Una volta completato l’onboarding, invia anche un sondaggio per raccogliere feedback.

Crea sondaggi di onboarding per i clienti con Mailchimp

I sondaggi possono aiutarti ad affinare alcune tra le prime parti del processo di onboarding e a fornire informazioni sulle aree che necessitano di miglioramento, il tutto consentendoti di comprendere meglio i tuoi clienti. Se stai pensando di compilare un questionario di onboarding, pensa attentamente alle domande che farai e assicurati che raggiunga i clienti nel momento ideale.

Con Mailchimp, avrai accesso a diversi strumenti di marketing necessari per sondaggi, automazione, gestione delle relazioni con i clienti e altro ancora. Quindi, puoi facilmente creare, inviare e gestire i questionari in un’unica posizione centralizzata.

Condividi questo articolo