Passa al contenuto principale

Salve! Le prove gratute sono disponibili per i piani Standard ed Essentials. Inizia gratuitamente oggi.

I vantaggi del monitoraggio delle API per i leader aziendali

Scopri come garantire che le API funzionino correttamente, ridurre gli errori, migliorare l’esperienza utente e ottimizzare le prestazioni con una soluzione di monitoraggio.

Le API (Application Programming Interface) stanno crescendo rapidamente man mano che il software diventa più complesso e si affida ad applicazioni di terze parti per funzionare. Questo vale sia per le funzioni interne che per quelle rivolte al cliente. Le API aiutano a guidare le interazioni tra due sistemi, fornendo informazioni sia sulla lingua che sul contratto. Ogni API dispone di specifiche e documenti propri che delineano il modo in cui i dati vengono trasferiti da un sistema all’altro.

Le API sono rivoluzionarie per espandere le funzionalità quando interagiscono con le app. Uno dei motivi per cui le API stanno diventando sempre più popolari è che non hanno bisogno di molte risorse per eseguire le integrazioni.

Tra gli usi comuni delle API ricordiamo:

  • Integrazione con API di terze parti
  • Creazione di API per uso interno
  • Creazione ed esposizione di API per uso esterno

Le API possono rendere conveniente l’uso del tuo servizio da parte di dipendenti interni e clienti esterni. Ma non basta installarle ed eseguirle: devi infatti istituire un monitoraggio API di routine e conoscere i relativi endpoint.

Ti aiuteremo a capire come misurare le prestazioni API per sfruttarne il pieno potenziale. Questo processo è utile per i proprietari di piccole imprese, le aziende di medie dimensioni e le grandi imprese che utilizzano API nelle loro applicazioni.

Che cos’è il monitoraggio API?

Il monitoraggio API è la pratica della raccolta e dell’analisi dei dati, che fornisce informazioni sulle prestazioni di un’interfaccia di programmazione delle applicazioni. Questo monitoraggio di routine viene utilizzato per identificare e risolvere eventuali problemi di prestazioni che possono influire sugli utenti e massimizzare il valore che un’API può generare. Ad esempio, il monitoraggio è in grado di rilevare se un’API non funziona come dovrebbe e aiuta a determinare la causa del problema.

Le applicazioni odierne si basano su numerosi microservizi indipendenti e, se uno di questi microservizi non va, può influire negativamente sulle prestazioni complessive dell’intera applicazione. Inoltre, può essere difficile identificare quale API non funziona senza monitoraggio.

Il monitoraggio API può misurare:

  • Per quanto tempo viene chiamata una routine
  • Quanto tempo impiega una routine per essere eseguita
  • Da dove viene chiamata
  • Quanto tempo totale viene impiegato per eseguire quella transazione

Importanza del monitoraggio API

Il monitoraggio API consente essenzialmente a un’azienda di:

Il monitoraggio delle prestazioni API consente inoltre di ottenere risposte alle seguenti domande:

  • Le API sono disponibili?
  • Come si comportano le API?
  • Le API funzionano come previsto?
  • Le API forniscono l’esperienza prevista?

Queste domande sono importanti perché se le API non funzionano, non funzionano neanche le applicazioni che le utilizzano. Puoi pensare alle API come al carburante necessario per dare energia alle moderne applicazioni. Se stai utilizzando la trasformazione digitale nei tuoi processi, le API sono spesso la base che supporta il passaggio di un’azienda verso tali sistemi.

Ciò significa che molte applicazioni dipendono dalle API per funzioni cruciali per gestire la tua attività. Se non capisci come funzionano le API e quale sia il loro endpoint, stai creando punti ciechi nelle loro prestazioni.

Se adotti il marketing Agile o altre pratiche moderne per i tuoi cicli di sviluppo, come sviluppo, test, distribuzione e monitoraggio, comprendi bene che il monitoraggio è fondamentale per il ciclo di integrazione in corso. Mantenere gli script di monitoraggio con le versioni più recenti dei test funzionali aiuterà a garantire che le funzioni non vengano interrotte durante l’uso. Non c'è niente di più frustrante di quando un servizio online non funziona come dovrebbe.

Mantenere felici gli utenti quando utilizzano le tue app è una priorità per l’assistenza clienti e la relativa fidelizzazione. Se le API alla base dei servizi per le applicazioni non sono disponibili o non funzionano correttamente, le prestazioni delle applicazioni vengono influenzate negativamente e gli utenti finali diventano insoddisfatti.

Come monitorare le API

La chiave per monitorare le API è tenere traccia delle metriche che riflettono i fattori più importanti nelle prestazioni di un’app. Queste metriche possono variare da un’azienda o da un’applicazione all’altra. Nella maggior parte dei casi, queste metriche includono la quantità di dati restituiti, il tempo di risposta alle chiamate alle funzioni API e il numero di tali chiamate. Altre metriche includono tempo di attività, latenza media, utilizzo della memoria e della CPU, e tasso di errore.

Attualmente esistono due metodi per il monitoraggio delle API:

  1. Monitoraggio sintetico
  2. Monitoraggio degli utenti reali (RUM)

Monitoraggio sintetico

Il monitoraggio sintetico è un metodo di misurazione delle prestazioni delle applicazioni che segue i percorsi che gli utenti possono intraprendere mentre interagiscono con un’applicazione. Monitora automaticamente il tempo di attività delle app e indica come risponde al comportamento tipico degli utenti. Il monitoraggio sintetico utilizza script per creare interazioni utente simulate con diverse variabili, come tipi di dispositivi, posizioni geografiche e altri possibili scenari. Una volta compilati e analizzati i dati, una soluzione di monitoraggio API sintetica produce informazioni sulle prestazioni dell’applicazione.

Monitoraggio degli utenti reali (RUM)

Il RUM è un’altra pratica di monitoraggio che produce preziose informazioni sulle prestazioni e sull’usabilità di un’app. Ricorre però a un metodo completamente diverso dal monitoraggio sintetico. Il RUM osserva le esperienze effettive degli utenti quando interagiscono con l’app.

Questo metodo non si limita a utilizzare un campione di dati per raccogliere informazioni. Acquisisce il comportamento effettivo dei consumatori durante una transazione o altri tipi di coinvolgimento, fornendo agli sviluppatori gli strumenti per visualizzare il percorso di un cliente attraverso l’applicazione. Questa tecnica aiuta a risolvere i problemi delle applicazioni sfruttando dati in tempo reale di clienti reali.

Il RUM offre un’osservabilità completa per l’esperienza di ogni utente finale, in modo da non incorrere in punti ciechi che potrebbero influire sulle prestazioni complessive dell’applicazione. Fornisce inoltre dati effettivi che è possibile utilizzare per lo sviluppo futuro delle applicazioni.

Entrambi i tipi di monitoraggio API facilitano lo sviluppo di un’app. Gli sviluppatori possono comprendere meglio ciò che un cliente affronta quando utilizza l’applicazione. L’utilizzo di uno dei due tipi di monitoraggio migliorerà l’esperienza dell’utente finale purché si disponga di un sistema per analizzare i dati. A tal fine, può essere una buona idea implementare l’utilizzo di entrambi i tipi di monitoraggio API, in modo da ottenere un quadro più completo delle prestazioni.

Per iniziare con il monitoraggio API, devi selezionare uno strumento dedicato.

Suggerimenti per trovare gli strumenti di monitoraggio API giusti

Poiché ti affidi al monitoraggio API per offrire un’esperienza fluida ai tuoi utenti finali, è consigliabile trovare i migliori strumenti di monitoraggio API per raccogliere e analizzare i dati. È importante ricordare che non tutti gli strumenti di monitoraggio API sono uguali. Ognuno ha punti di forza e di debolezza che possono influenzare il modo in cui i tuoi dati vengono raccolti e interpretati.

È bene cercare strumenti di monitoraggio API che forniscano queste funzioni:

  • La capacità di identificare le API di terze parti che influiscono negativamente sulle prestazioni della tua app.
  • Fornire supporto per entrambi i tipi di monitoraggio, compreso il monitoraggio sintetico e RUM API.
  • Analisi in tempo reale oltre il monitoraggio dei campioni di dati, che offra un’analisi completa delle prestazioni della tua app.

Comprendere il comportamento e l’esperienza dei clienti

Per comprendere davvero come i clienti utilizzano e sperimentano un’API, è consigliabile automatizzare la raccolta dei dati del pubblico e il monitoraggio di tutte le interazioni degli utenti. In questo caso, non si tratta di scoprire un numero aggregato o una media.

Al contrario, ti interessano ogni esperienza del cliente e il modo in cui percepisce la tua azienda. Ciò significa che anche gli outlier sono importanti perché influiscono sulla qualità dell’analisi dei dati. Il campionamento casuale non ti fornirà i dati che stai cercando per migliorare la funzione e l’esperienza delle tue app.

Le metriche complete e in tempo reale raccolte e analizzate con RUM ti offrono un’idea affidabile su ciò che i tuoi clienti vivono quando utilizzano la tua app. Puoi analizzare l’esperienza di ogni cliente per scoprire se c’è spazio per un miglioramento. Questi dati sono necessari per determinare e risolvere eventuali rallentamenti delle applicazioni e altri guasti nel momento in cui si verificano. Ciò consente di risolvere un problema prima che interessi più clienti.

Magari le chiamate API da una posizione geografica stanno interrompendo le interazioni, ma questo problema si verifica solo in alcune aree. Ciò può essere dovuto a un problema causato dal sistema. Tuttavia, potrebbe anche essere colpa del provider API, non di qualcosa che l’applicazione o il sistema sta facendo. Devi decidere come utilizzare i tuoi servizi API per i clienti in quella posizione, oppure puoi offrire a tutti i tuoi clienti la stessa esperienza fino a quando il fornitore non effettua una modifica.

Le soluzioni di monitoraggio delle API possono essere personalizzate per ottenere la migliore soluzione per i tuoi dipendenti e clienti.

Monitora le API aziendali

Ora che conosci l’importanza del monitoraggio delle API, è essenziale adottare un approccio proattivo e monitorare regolarmente le prestazioni delle tue applicazioni. Ciò ti consente di identificare i problemi che possono influire sull’usabilità in modo rapido ed efficiente. Di conseguenza, puoi ridurre al minimo le interruzioni e aumentare i tempi di attività per tutti gli utenti, fornendo così un’esperienza positiva con il tuo brand.

E noi possiamo aiutarti nel monitorare le tue API. Infatti, con gli strumenti di sviluppo di Mailchimp, non solo puoi creare integrazioni, ma puoi anche tenere d’occhio le loro prestazioni.

Condividi questo articolo