Passa al contenuto principale

Salve! Le prove gratute sono disponibili per i piani Standard ed Essentials. Inizia gratuitamente oggi.

Come avviare un negozio online senza inventario

Non è sempre necessario avere prodotti a portata di mano per avviare un’attività. Scopri come avviare un negozio online senza inventario con questa guida.

Se hai uno spirito imprenditoriale, forse ti stai chiedendo come puoi creare un negozio online senza inventario. Che tu ci creda oppure no, non hai bisogno di un inventario per avviare un’attività online, anche se vendi prodotti. Avviare un negozio online senza inventario può sembrare impossibile. Dopo tutto, le aziende di e-commerce devono avere un inventario da spedire ai clienti, no? No, non necessariamente.

Per vendere prodotti online con o senza inventario, devi sapere come vendere un prodotto online e devi creare un negozio online. Tuttavia, la vendita di prodotti online con inventario ti offre opzioni più limitate.

Non hai bisogno di un magazzino, di un inventario o della logistica per spedire i prodotti ai tuoi clienti. La vendita di prodotti online senza inventario ti permette di avere più tempo da dedicare alla crescita dell’attività invece di dover pensare a spedizione e consegna. Se vuoi iniziare a vendere prodotti ma non vuoi immagazzinarli o spedirli, continua a leggere! Ecco tutto quello che devi sapere su come si crea un negozio online senza inventario.

1. Dropshipping

Si definisce dropshipping la circostanza in cui il produttore realizza e spedisce i prodotti direttamente al cliente per conto tuo. I partner di dropshipping possono anche essere distributori e quindi non devono necessariamente essere i produttori. Un esempio di dropshipping si verifica quando un cliente acquista un puzzle dal tuo sito web. Con il dropshipping, gli ordini effettuati attraverso il tuo negozio di e-commerce vanno direttamente al produttore del puzzle, che invia l’ordine al tuo cliente.

Il dropshipping ha molti vantaggi per i titolari di piccole attività, tra cui il fatto che può farti risparmiare tempo e prevenire stress inutili. Poiché non hai bisogno di inventario, non devi preoccuparti di spedire prodotti. Ovviamente, il dropshipping ha anche degli svantaggi. Il dropshipping è piuttosto limitato e non puoi utilizzare il tuo imballaggio o creare prodotti di brand con il tuo logo. Nella maggior parte dei casi, il tuo partner di dropshipping invierà i prodotti nell’imballaggio con il suo branding, il che limita la tua creatività e la consapevolezza del brand. Il dropshipping può anche essere costoso perché richiede al fornitore di servizi di svolgere la maggior parte del lavoro per conto tuo.

Tuttavia, il dropshipping può essere comunque un’ottima opzione per i titolari di piccole attività alle prime armi che vogliono effettuare delle vendite quanto prima possibile. Qualsiasi prodotto di e-commerce può essere spedito con il dropshipping, il che ti consente di vendere praticamente di tutto sul tuo sito web. Scopri come iniziare a usare il dropshipping.

2. Negozio affiliato

Avviare un negozio affiliato significa non doversi preoccupare di trovare prodotti da vendere online. Piuttosto, collabori con altri venditori che ti pagano una commissione per vendere prodotti sul tuo sito di e-commerce. Esistono esempi di negozi affiliati per qualsiasi prodotto, compresi libri, prodotti per animali domestici e qualsiasi altro articolo fisico. Ogni volta che vendi un prodotto, guadagni una commissione e l’ordine va direttamente al venditore. Pertanto, non devi preoccuparti dell’inventario o della spedizione.

I negozi affiliati semplificano l’avvio della tua attività una volta trovato un partner. Invece di concentrare tutte la tua energia sulla gestione dell’inventario e delle spedizioni, puoi focalizzarti sul marketing dei prodotti per aumentare le vendite e, in ultima analisi, il tuo profitto. Purtroppo, i negozi affiliati ricevono solo una piccola percentuale della vendita, quindi devi vendere molto per ottenere un profitto ragionevole. Inoltre, sei alla mercé del venditore e quindi un problema di servizio clienti da parte sua potrebbe avere un impatto sulla tua attività.

I negozi di e-commerce affiliati sono ideali per le persone che hanno talento per la vendita e il marketing e sono in grado di vendere molti prodotti rapidamente. Questo approccio è spesso ottimo per chi ha molti follower sui social media e può collaborare con i brand per promuovere i loro prodotti.

3. Stampa on demand

I negozi di e-commerce di stampa on demand ti consentono di vendere articoli che possono essere stampati senza la necessità di averli nel tuo inventario. Quando un utente ordina i tuoi prodotti di stampa on demand, gli ordini vengono inoltrati direttamente a un’azienda che si occuperà della stampa e della spedizione. Con i negozi di stampa on demand, ci sono dei limiti negli articoli che puoi vendere. Tuttavia, puoi vendere qualsiasi prodotto come stampe su tela, t-shirt, tazze, coperte, puzzle e quaderni, a condizione di trovare un partner di qualità che offra tutti questi prodotti.

Puoi anche avviare un negozio di e-commerce di stampa on demand senza trovare un partner di stampa: ti basta acquistare una stampante e stampare gli articoli quando arriva un ordine. Ovviamente, ciò significa avere un po’ di scorte a portata di mano, come t-shirt bianche, tazze e altri prodotti.

Le attività di stampa on demand sono perfette per chi eccelle nel graphic design in quanto permettono di stampare la propria arte sui prodotti e di venderli online.

4. Prodotti e servizi digitali

Non tutte le attività di e-commerce vendono prodotti fisici. Se vendi prodotti e servizi digitali direttamente sul tuo sito web, non hai bisogno di inventari perché tutto è digitale. I prodotti e i servizi digitali che puoi vendere dipendono dal tuo mercato target, ma possono includere:

  • Corsi di formazione
  • Illustrazioni e stampe digitali
  • E-book
  • Iscrizioni
  • Servizi online come le lezioni private

Ovviamente, se hai intenzione di seguire questa strada, avrai bisogno di prodotti e servizi digitali che gli utenti possono acquistare. Pertanto, dovrai scegliere una nicchia su cui concentrarti. Ad esempio, se vuoi vendere servizi online come lezioni di yoga o iscrizioni al tuo sito web, devi creare continuamente nuovi contenuti sotto forma di video o corsi.

5. Fulfillment by Amazon

FBA (Fulfillment by Amazon) è un programma che consente alle attività di tutti i tipi di gestire un negozio di e-commerce senza avere un inventario proprio. Piuttosto, invierai i prodotti direttamente ai centri di distribuzione di Amazon che gestiranno, preleveranno e imballeranno i prodotti da inviare ai clienti. L’utilizzo del programma Amazon FBA ti consente di accedere a milioni di clienti e di acquistare prodotti, consegnarli al magazzino e iniziare a vendere online. Ovviamente, se hai intenzione di utilizzare il programma FBA, valuta se investire nell’apprendimento della piattaforma e nei diversi modi in cui puoi commercializzare i tuoi prodotti online per ottenere vendite maggiori.

Il programma FBA di Amazon ti farà risparmiare tempo, ma ha i suoi costi. Amazon addebita delle commissioni per l’immagazzinamento dei prodotti e l’evasione degli ordini. Tuttavia, gestisce anche eventuali problemi di servizio clienti per conto tuo.

6. Azienda di logistica esterna (3PL)

L’utilizzo di un’azienda di logistica esterna è simile al dropshipping in quanto quest’azienda è in grado di gestire qualsiasi aspetto, dall’inventario all’evasione degli ordini. Devi comunque avere un inventario, ma non devi averlo a portata di mano o nel tuo magazzino. L’utilizzo di un servizio 3PL ti consente di essere flessibile per quanto riguarda i tipi di prodotti che vendi, ma dovrai comunque procurarti questi articoli. Inoltre, il servizio può essere costoso perché gestisce tutto per conto tuo, fatta eccezione per l’approvvigionamento. Anche se puoi vendere qualsiasi prodotto con un’azienda 3PL, aspettati di pagare una tariffa forfettaria per lo stoccaggio dei prodotti in magazzino e i costi di evasione aggiuntivi.

Le aziende 3PL sono più indicate per le attività con una vasta base di clienti: pertanto, se sei appena agli inizi, prendi in considerazione piuttosto il dropshipping.

Domande frequenti: Avviare un negozio online senza inventario

Quali sono i pro e i contro del non avere un inventario?

La mancanza di inventario semplifica la gestione della tua attività da casa perché hai bisogno solo di un ufficio per gestire tutto, dal marketing ai problemi del servizio clienti. Inoltre, alcuni metodi possono occuparsi anche del servizio clienti, riducendo efficacemente i tuoi costi generali. Ecco alcuni pro e contro del non avere un inventario:

Pro:

  • Costi generali limitati: Senza inventario, puoi ridurre i costi generali perché non devi preoccuparti di immagazzinare, prelevare, imballare o consegnare i prodotti. Tuttavia, devi comunque pagare per questi servizi.
  • Risparmio di tempo: Non avere un inventario consente ai titolari di piccole attività di risparmiare tempo. Nella maggior parte dei casi, ti basta concentrarti sull’approvvigionamento dei prodotti e sul loro marketing per ottenere vendite maggiori.
  • Spedizione più semplice: Senza inventario, la spedizione è esternalizzata, il che semplifica la gestione degli ordini dal momento che è un’altra azienda a occuparsene al posto tuo.

Contro

  • Personalizzazione limitata: Se non gestisci il tuo inventario, le opzioni di personalizzazione sono limitate e quindi non puoi utilizzare il tuo branding su prodotti o imballaggi.
  • Mancanza di controllo: Con la maggior parte dei metodi di vendita dei prodotti senza inventario, non hai alcun controllo sulla gestione dell’inventario o della spedizione, il che può avere un impatto sui tuoi clienti.
  • Margini di profitto inferiori: Tutti questi servizi sono a pagamento, il che significa che avrai margini di profitto inferiori. Tuttavia, risparmierai comunque denaro perché non dovrai preoccuparti di avere spazio in magazzino.

Come si apre un negozio online?

Aprire un negozio online richiede tempo e molte ricerche. Prima di aprire il tuo negozio online, è necessario completare vari passaggi, fra cui:

  1. Ricerca i prodotti da vendere: L’approvvigionamento dei prodotti può richiedere molto tempo, ma questo passaggio è essenziale per trovare prodotti che il tuo pubblico target vorrà acquistare.
  2. Scegli una piattaforma di e-commerce: Esistono molti tipi di piattaforme di e-commerce che ti consentono di creare il tuo sito web e di iniziare a vendere prodotti il prima possibile.
  3. Crea il tuo sito web: Puoi utilizzare i Website Builder drag-and-drop o assumere un web designer che ti aiuti a creare il tuo sito web, comprese le pagine dei prodotti.
  4. Aggiungi i tuoi prodotti: I tuoi prodotti sono la parte più importante della tua attività, quindi devi elencarli con un testo descrittivo e utilizzare le immagini per aiutare i clienti a conoscere maggiori informazioni su quello che vendi.
  5. Commercializza i tuoi prodotti: Investire nel marketing ti assicura che sul tuo sito web arrivi più traffico, aumentando le probabilità di effettuare vendite.
  6. Testa il tuo sito web: Continua a testare il tuo sito web utilizzando gli A/B test per trovare il giusto testo di vendita e gli elementi di design che ti permetteranno di aumentare le conversioni.

Scopri maggiori informazioni su come creare un negozio online.

Cosa devi tenere a mente quando avvii un negozio online senza inventario?

Quando avvii un negozio online senza inventario, trai vantaggio dal fatto che non devi preoccuparti della gestione del magazzino e della spedizione. Tuttavia, ci sono altri fattori che devi prendere in considerazione, tra cui:

  • Branding: Ti va bene vendere prodotti che non hanno il tuo logo o branding? Dal momento che non hai il controllo sull’imballaggio o sulla spedizione, il tuo packaging non avrà alcun branding. Piuttosto, il prodotto verrà consegnato in una scatola standard o con il branding del tuo partner.
  • Ricerca: Cerca sempre servizi che possano aiutarti ad aumentare i profitti. Devi anche procurarti i prodotti, il che può significare collaborare con più produttori che offrono dropshipping. Definire il prezzo dei prodotti in maniera efficace può significare prendere in considerazione le diverse commissioni che devi pagare per vendere senza inventario.
  • Resi: Alcuni metodi che ti permettono di vendere prodotti online senza inventario gestiscono il processo di reso per conto tuo quando i clienti non sono soddisfatti degli acquisti. Tuttavia, il processo di reso e rimborso varia a seconda del partner e quindi è sempre meglio conoscere i diversi processi e che impatto possono avere sui profitti.

Crea un negozio online senza inventario con Mailchimp

Vuoi avviare un negozio online senza inventario? Mailchimp semplifica la creazione di eleganti siti web di e-commerce, la progettazione di pagine dei prodotti e l’avvio del marketing dei prodotti in un’unica piattaforma di automazione di facile utilizzo. Una volta trovato il modo giusto per vendere online senza inventario, puoi elencare i tuoi prodotti e iniziare a inviare email marketing o utilizzare pagine di destinazione professionali con annunci digitali. Mailchimp ti aiuta ad avviare la tua attività in pochissimo tempo.

Condividi questo articolo